martedì 7 maggio 2013

Storie dal pollaio - Le avventure di Nena, gallinella intraprendente.

Nena, gallinella nana ibrida. Foto Andrea Mangoni.


Nena non ha ancora un anno. O se ha attraversato questo traguardo, l'ha fatto da poco. Nena è una gallinella nana ibrida, una delle così dette chichine o americanine. Nel suo sangue potreste trovare ascendenze Chabo, Olandese Nana, Sebright, Combattente Inglese Moderno Nano, e chissà cos'altro.

Da quando assieme alle sue sorelle ha iniziato ad abitare nel pollaio, ha dimostrato  subito di essere molto più intraprendente delle sue consimili. Una porta la separava da un altro recinto? Costi quel che costi, Nena sarebbe
passata sotto di essa. O sopra, magari, con un voleggio leggiadro da merlo, passando a un paio di metri d'altezza. Nell'orto stava crescendo della tenera e gustosa insalatina? Nessun problema: un frullìo d'ali e Nena era passata al di là della recinzione, pasteggiando lucullianamente con le verdure prelibate.

Insomma, da lei ci si poteva aspettare qualunque cosa. La si poteva ncontrare nei recinti più disparati così come nel pascolo, libera, dove anche per via della sua taglia e della sua livrea la si sarebbe potuta scambiare per un uccellino... salvo vederla correre via velocissima al minimo cenno di presenza umana. 

Il vecchio Pippo, che abitava nello stesso pollaio, era un gallo troppo grosso per lei: quasi 3 Kg rispetto ai pochi etti della gallinella. Così lei si trasferiva regolarmente in un altro recinto, dove viveva un giovane gallo di Polverara rimasto molto piccolo, che non raggiungeva i 2 Kg. Già così era molto più grande di lei, ma la differenza di taglia non era più... insormontabile, e Nena aveva trovato una liaison soddisfacente. 

Nena. Foto Andrea Mangoni.
Poi, un bel giorno, Nena è scomparsa. Non si trovava più, da nessuna parte. L'avevo già vista percorrere come un'equilibrista un lungo ramo che si sporgeva sul terreno di mio zio, sopra la cuccia dei suoi cani... e temevo che una mattina rugiadosa e scivolosa potesse esserle stata fatale. O magari era stata predata da un ratto? Ma non c'erano penne in giro, e l'ipotesi più probabile era quella che Nena si fosse scelta un bel posticino appartato ove deporre le uova e iniziare a covare. Ma dove? Il pascolo è grande, e pieno di nascondigli. Impossibile sondarli tutti. I ricoveri per gli attrezzi? Anche peggio. 

Poi, un giorno, nel pollaio una testolina nera ha fatto ritorno per l'ora del pasto, chiocciando sommessa. Era Nena, sola. Ho aspettato, allontanandomi, per vedere cosa faceva. L'ho vista uscire, danzando con un salto sopra il cancello del recinto, scappare nel prato e infilarsi nel ricovero delle macchine agricole, fino a sparire - con un mio brivido di sgomento - dietro il motocoltivatore di mio padre. Sono andato a cercarla, per capire dove avesse fatto il nido. Speravo vivamente di sbagliarmi, non poteva esser stata così sciocca, e... e invece sì. Un ventaglietto di penne nere, la sua coda, che usciva da sotto uno sportellino metallico mi confermò i peggiori sospetti: Nena aveva fatto il nido nel terreno, sotto la fresa del motocoltivatore, proprio tra le lame. Motocoltivatore che peraltro mio padre avrebbe utilizzato proprio in quei giorni, non fosse stato per la pioggia... Già mi vedevo la scena: la macchina che va in moto e... frullato di gallina e frittata allo stesso tempo. Invece le inclemenze del meteo hanno salvato la vita - e le uova! - di Nena. 

Nena coi suoi pulcini.

Morale della favola: aspettando con pazienza, alla fine un bel giorno sono nati i pulcini. Sette batufoli meravigliosi, che mamma Nena difende accoratamente. Siamo riusciti facilmente a spostarli in una grande gabbia, per proteggerli dai ratti e da altri predatori, e ora attendiamo di vederli crescere e diventare belli e simpatici come la mamma. 
Speriamo solo un filo meno avventurosi. 
***** 
E' USCITO "IL POLLAIO PER TUTTI", IL NUOVO LIBRO DI ANDREA MANGONI!
Il pollaio per tutti, Andrea Mangoni, Vallardi Editore
*****
ALTRE LETTURE INTERESSANTI

 .  . 
 .  . 

2 commenti:

Vera ha detto...

davvero simpatica la tua Nena, una vera anarchica

Andrea Mangoni ha detto...

Sì, indubbiamente! Adesso però è mamma modello.