lunedì 27 maggio 2013

Recensione: Sulle orme della Gallina padovana dal Gran Ciuffo. Appunti di viaggio dalla Polonia al Vaticano - Di Franco Holzer


La Gallina Padovana dal Gran Ciuffo. Di Franco Holzer

In questi giorni ho avuto modo di leggere un volume di estremo interesse: "Sulle orme della Gallina padovana dal Gran Ciuffo. Appunti di viaggio dalla Polonia al Vaticano", del dott. Franco Holzer.

Il Dott. Holzer è già noto agli amici di vecchia data del blog, per i suoi interessantissimi contributi sull'affresco della gallina ciuffata nell'oratorio di San Michele Arcangelo a Padova, e per i suoi studi sulla famiglia Dondi dell'Orologio.

Il libro prende in considerazione alcuni interessanti spunti storici per tentare di ricostruire parzialmente la storia della gallina Padovana Gran Ciuffo, analizzandone somiglianze e differenze con la Polverara ma soffermandosi anche su episodi recenti della storia di questi avicoli, come ad esempio il dono al Pontefice Giovanni Paolo II di alcuni esemplari, in onore della
comune origine polacca, e di due pregevoli statue in bronzo scolpite da Stefano Baschierato. C'è la storia della Polverara, con Rossetto e Trivellato, e ci sono il prof. Baldan e l'istituzione della Pro Avibus Nostris, Associazione di tutela della Padovana Gran Ciuffo. Ma ci sono anche cenni alla storia più antica della razza, dalle origini rintracciabili nella Pavloff alle sette razze ciuffate riportate dal Victorini nel 1921. Insomma, un viaggio intorno alla razza a tutto tondo, che trova il suo compimento nei risultati delle analisi genetiche effettuate per stabilire le affinità tra le Padovane Gran Ciuffo di padova e le Polish arrivate sotto forma di uova direttamente dalla Polonia proprio nei pollai del dott. Holzer, analisi che mostrano un'incontrovertibile affinità fra i due gruppi.

Questo libro però, è molto di più di una semplice ricerca storico-scientifica. La ricerca della famosa gallina diviene ben presto un pretesto per un viaggio iniziatico che porta l'autore a scoprire nuovi mondi, collegati a doppia mandata a quelli che gli sono già cari. E allora si parte per la polonia, dove Holzer trova un mondo rurale simile a quelle del nostro Veneto di un tempo, e una città, Zamosc, chiamata la Padova del nord perché edificata da un padovano, Bernardo Morando, a ridosso del 1600. E qui, in un convento della Padova del Nord, Holzer ritrova la Padovana Gran Ciuffo, inizio e fine di questo primo percorso. Primo, sì, perchè Holzer stregato dalle somiglianze tra le due città cercherà di unire questi due mondi, quello di Padova e quello di Zamosc, dapprima con delle giornate di studio nel patavino con Stanislaw Roszowki, editore della rivista polacca di avicoltura Woliera, e in seguito decidendo di portare a Cracovia la Compagnia d'arte "Il Ruzante", per rappresentare in pavano due dialoghi del Beolco laddove nel '600 Morando e gli operai veneti portati a costruire Zamosc usavano proprio quell'idioma. E ancora, ritornato in patria,ecco Holzer ricercare - e trovare! - i primi documenti noti che possano illuminarci sulla vita veneta di Morando, poi trasferitosi definitivamente in Polonia. Dei primi anni dell'architetto non si sapeva nulla, e solo grazie agli studi d'archivio di holzer si è riusciti a scoprire che egli aveva possedimenti in quel di Cazzago di Pianiga, e a far supposizioni attendibili sulla sua vita famigliare. Partito per cercare la storia di una gallina Padovana forse venuta dalla Polonia, Holzer ha finito col tracciare la storia di un Padovano certamente trasferitosi in Polonia.

La storia si chiude, come un cerchio, dando nel contempo infiniti spunti per nuove riflessioni. Ma il libro è un lascito, il testamento spirituale di un viaggiatore – un viaggiatore che ha varcato confini geografici, culturali e temporali, finendo col trovare molto più di quello che aveva cercato e soprattutto arrivando sempre più a trovare sé stesso, rileggendo nel suo diario di viaggio la storia della propria esistenza. E' la storia di tante persone e di mondi differenti, e vale la pena di esser letta.

Per chi desiderasse riceverne una copia, potrete contattare il dott. Holzer direttamente al suo indirizzo di posta elettronica o tramite il suo profilo Facebook. La presentazione del volume avverrà il 31 maggio 2013 a Padova, all'Odeo Cornaro, in Via Cesarotti, alle ore 18.00. Cliccando sulla foto qui sotto potrete scaricare l'invito alla presentazione.

Clicca per ingrandire l'immagine


Nessun commento: