La mia campagna: galline fuori ed un nuovo arrivo, Virgola!!

La nuova arrivata in tutto il suo splendore: Virgola!! Foto di Andrea Mangoni.

L'autunno arriva anche quest'anno, finalmente. Dico finalmente perchè a me, personalmente, piace sempre molto, con tutte le sfumature del dorato e dell'arancio degli alberi e della frutta che contrastano bellamente con il verde scintillante dei prati e col grigio della nebbia.

L'autunno porta al solito tempi di cambiamenti. Le galline, dopo esser state rinchiuse nei recinti durante l'estate, hanno iniziato a godere di nuovo della campagna. A turno, ogni giorno un recinto differente viene aperto e i suoi occupanti prendono possesso del prato e del frutteto, tornando a cercar cibo contente sotto i cespugli di alloro e gli alberi di caki, ingozzandosi di erba fresca e di vermicelli etratti con lunghe ed operose manovre di razzolamento. A turno, sì, perché altrimenti i galli si massacrerebbero tutti tra loro... purtroppo bisogna tenerli separati.

Ancora la piccola Virgola! Foto di Andrea Mangoni.Ma non è l'unica novità, come avrete capito dalla foto iniziale... Abbiamo un nuovo cagnolino, anzi, una nuova cagnolina!!! Si chiama Virgola (mio padre la chiama Diana, ma vabbè...), è una meravigliosa bastardina e ci tengo a precisare immediatamente una cosa importante: LA SUA CODA NON E' STATA TAGLIATA!!! Virgola proviene da una famiglia di cagnetti (di cui fa parte anche Fritz, uno dei miei botoli, che tra l'altro è un suo prozio) che nascono già senza coda o quasi, solo con un breve moncherino. E' bellissima, con i suoi occhioni verdi e le orecchiotte da pipistrellina! Sta già dimostrando un'intelligenza vivacissima ed un carattere coccolone e giocherellone. Viste le dimensioni dei suoi avi, ci aspettiamo che rimanga piccola, una meravigliosa botolina da guardia e da compagnia... Speriamo sia anche una brava cacciatrice di topi, come la mamma ed il prozio!

Se possibile, cercheremo di non farla sterilizzare, isolandola in recinto per quei pochi giorni all'anno in cui andrà in calore... La nostra filosofia, per quanto possibile, è sempre quella del "non tagliare". Niente tagli alle orecchie, niente taglia alla coda, niente castrazione. Magari un giorno diventerà anche mamma, chissà... Abbiamo una grande fortuna, quella di vivere in un tessuto sociale ancora in parte ben legato alla ruralità, in cui le cucciolate di cagnolini di norma trovano in pochi giorni padroni ansiosi di accudirle. Nel frattempo non mi resta che sperare che cresca bella, forte e sana come gli altri due botoli che le stanno al momento facendo da "tutori", e con la quale ha già iniziato a formare un trio di moschettieri davvero bellissimo.

Pippo e Irene fuori. Foto di Andrea Mangoni.

2 commenti:

Rosabella ha detto...

E' un cucciolo splendido, mi ha intenerita tantissimo!

Andrea ha detto...

Grazie mille, Rosabella!! Sì, è proprio una tenerona... ha un bisogno di coccole incredibile!!
ciao!