Appunti di Avicoltura: come ottenere il meglio dall'incubatrice Covatutto 16.

Io amo moltissimo l'avicoltura tradizionale, e preferisco, per quanto mi sia dato, utilizzare metodi di allevamento il più possibile vicini all'etologia degli animali in questione. E' per questo che nei miei allevamenti prediligo (qualora si dimostri realizzabile) la cova naturale, sia tramite chioccia che tramite balie alternative (ad esempio, una tacchina che covi uova di gallina). Purtroppo però questo non è sempre realizzabile. A volte una gallina cambia idea, una tacchina è troppo debole per portare avanti una covata o - come recentemente accadutomi - una chioccia muore nel bel mezzo della cova per colpa dei parassiti o della spossatezza. Oppure abbiamo necessità di avere dei pulcini e alleviamo una razza che non ha istinto alla cova. In questi casi, la tecnologia ci viene in aiuto, con tutta una serie di incubatrici più o meno professionali e più o meno economiche.
Visto che i problemi di spazio sono per me abbastanza difficili da superare, e che quindi posso allevare un numero piuttosto limitato di pulcini ogni anno, ho deciso di acquistare una piccola incubatrice manuale della ditta NOVITAL, la Covatutto 16.
Innanzitutto, che vuol dire "manuale"? Semplice: le uova necessitano, per un corretto sviluppo, di essere più volte rigirate durante l'incubazione. In una incubatrice automatica è la macchina stessa a farsene carico, mentre nelle incubatrici manuali dovremo essere noi a svolgere quel compito che in natura sarebbe mamma chioccia a fare.
Bene, dopo diversi tentativi abbastanza infruttuosi con questa macchina, ho seguito i consigli elargiti nel forum di Cocincina da Nando Logorelli di Reggio Calabria, ed ho finalmente ottenuto i risultati sperati. Si tratta di una serie di piccoli accorgimenti che aumenteranno in maniera esponenziale il numero di uova in grado di giungere alla schiusa, con grande soddisfazione vostra e dei pulcini.
L'incubatrice Covatutto 16. Termometro; in rosso il livello cui deve arrivare la temperatura.
Allora, la nostra incubatrice si presenta come la vedete nella foto 1: essa è formata da una base, da una camera di incubazione e da un coperchio dotato di termostato, lampadina e termometro. Innanzitutto, occorre trovare un buon posto dove sistemarla. Il posto in questione dovrà essere abbastanza caldo, almeno sui 18-20°C, per non sovraffaticare l'incubatrice; inoltre dovrà essere lontano dagli... occhi. Sì, perchè la covatutto permette di mantenere una temperatura costante tramite l'accensione di una semplice lampadina ad incandescenza da 40W, ma per farlo il termostato ne regola una continua alternanza di accensione e spegnimento. Assai frustrante e fastidioso, se perennemente in vista, assai meno se si tiene l'incubatrice in una stanza che normalmente non viene visitata troppo spesso, come ad esempio uno sgabuzzino; ci si può pure ingegnare con simpatici paraventi di cartone e altre simili amenità. Comunque sia... Dicevamo, appunto, la temperatura. Fattore importantissimo! Le uova dovrebbero essere sempre mantenute a 37,5°C. A questo scopo, nel termometro dell'incubatrice (2), viene segnalata la tacca dei 100°F, che corrisponderebbero alla temperatura ideale per le uova. Ma, alla prova pratica, poichè pare che la temperatura rilevata dal termometro risulti di poco più bassa di quella che registrano le uova, si è rivelato più opportuno cercare di alzare leggermente la temperatura stessa a 101°F-102°F, come indicato dalla riga rossa che si vede nella fotografia. Come regolare la temperatura? Sul coperchio dell'incubatrice c'è un piccolo foro, vicino al termometro, sul lato, da cui si può (con un cacciavite piccolo) raggiungere una vite azzurra che, ruotata a destra o a sinistra, regolerà la temperatura del termostato. Si procederà, insomma, un pò per tentativi, fino a che non avremo ottenuto la temperatura desiderata.
Il fondo della Covatutto ha due serbatoi per l'acqua. occorre segnare da un lato dell'uovo la data, il numero 1...
Un giorno prima di mettere ad incubare le uova, puliremo e metteremo in funzione l'incubatrice. Innanzitutto solleveremo la camera di incubazione ed andremo a sistemare il fondo (3), riempiendo di acqua il serbatoio centrale (3 A). In seguito, nel corso dell'incubazione, dovremo periodicamente controllare che sia sempre pieno. Il fondo andrà posizionato nel luogo destinato all'incubatrice, magari frapponendo tra esso ed il piano d'appoggio un foglio di polistirolo. Riposizioneremo quindi la camera di incubazione sopra il fondo, metteremo il coperchio sopra di essa (dopo aver messo la lampadina ed il termometro, ovvio!), e per finire attaccheremo la spina. La lampadinà si accenderà e rimarrà così per circa 30-45 minuti, fino a che, cioè, non avrà portato la temperatura della camera di incubazione a quella cui è impostato il termostato. Quindi inizierà a lampeggiare continuamente. A questo punto controllate la temperatura sul termometro e, se necessario, regolatela come detto sopra. Lasciate ora lavorare l'incubatrice "a vuoto" per circa un giorno, prima di inserire le uova.

. .

Già, e le uova? Anche le uova richiedono qualche preparazione. Prima di tutto, la nostra incubatrice può contenere circa 16 uova medie di gallina. Sarebbe però il caso di non riempirla all'inverosimile, questo ci permetterà di operare meglio in seguito. Le uova che dovranno essere incubate devono essere di buona forma, di dimensioni medie per la razza di appartenenza e pulite. In attesa di essere incubate andrebbero tenute a temperature di 10-13°C e in posizione verticale, col polo acuto all'ingiù. Se si incubano insieme uova raccolte in giorni differenti e/o inserite in incubatrice a distanza di qualche giorno tra loro, andrebbe sempre scritta la data di raccolta e/o quella di inizio incubazione, in matita (4). Andremo poi a contrassegnare due lati opposti dell'uovo con i numeri 1 e 2 (foto 4 e 5).
...ed il numero due dall'altro. L'uovo finalmente in incubatrice!
Posizionate le uova nella camera di incubazione (6) con il numero 1 ben visibile e rivolto verso l'alto. Chiudete il coperchio e lasciate il vostro ovetto riposare. Due volte al giorno le uova vanno girate di 180°, in maniera che il numero che si trovava in alto finisca in basso e viceversa. E' stato più volte suggerito di girare le uova più spesso, perché questo aumenterebbe la percentuale di schiusa. Tutto vero, ma dobbiamo considerare la nostra piccola incubatrice, che ci obbliga ad aprire il coperchio ogni qualvolta occorra girare le uova. Questo conduce ad abbassamenti periodici della temperatura alla lunga deleteri per gli embrioni. Così, nel nostro caso, risulterà più produttivo girare le uova solo due volte al giorno, esponendole ad un minor numero di sbalzi di temperatura, piuttosto che girarle più spesso ma raffreddandole di più.

. .

Passato un certo periodo (3-4 giorni per le uova a guscio bianco o molto chiaro, 6 per quelle a guscio bruno) andrà effettuata l'operazione della speratura. In pratica, cioè, con l'aiuto di una fonte di luce andremo a vedere se l'uovo è stato fecondato o meno, e se l'embrione al suo interno sta continuando il proprio sviluppo. In una stanza buia metteremo l'uovo in verticale, col polo ottuso verso l'alto, e lo illumineremo da sopra con una lampadina tascabile potente. L'uovo fecondato si riconoscerà perchè, a questo stadio, vedremo in controluce una sorta di "ragnetto" formato dal corpo del pulcino e dalle vene degli annessi embrionali. Più avanti andrà l'incubazione, più il contenuto dell'uovo fecondato diventerà scuro, lasciando vedere in alto solo una cupoletta chiara posizionata abbastanza rigidamente (la camera d'aria). Le uova non fecondate appariranno uniformemente chiare, o con una massa opaca rotondeggiante, o a forma di anello. Potrete toglierle verso il 7°-8° giorno.
Il pulcino inizia a rompere il guscio... ...e dopo qualche ora sarà pronto per vedere la luce!
Cureremo in questo modo le nostre uova per 17 giorni; poi, al 18° giorno opereremo due cambiamenti. Per prima cosa, aggiungeremo acqua anche nel secondo serbatoio del fondo (3 B); in secondo luogo, smetteremo di girare le uova. Attorno al 19°-20° giorno sperando le uova osserveremo un'aumento nelle dimensioni della camera d'aria, e probabilmente inizieremo a sentire pigolare il pulcino. Tra il 20° ed il 21° giorno, invece, l'uccellino forerà col becco il guscio dell'uovo (7). Non fatevi vincere dalla tentazione di aiutarlo aprendo il guscio: lo uccidereste quasi di certo. Dovrete aspettate: potranno passare anche 20-24 ore prima che l'uccellino si decida a rompere il guscio ed uscire. Solo se dopo 24 ore l'animaletto non sarà ancora emerso dal guscio potrete con delicatezza provare a dargli una mano. La ricompensa? Una nidiata di piccoli fagottini piumosi (8), pronta in un futuro prossimo a scorrazzare in pollaio. I pulcini dovranno rimanere 24 ore in incubatrice, prima di esser lasciati alle cure di una balia o allevati artificialmente, ma potranno esserne allontanati anche prima qualora disturbassero eccessivamente le uova non ancora schiuse, avendo cura di tenerli in una gabbia riparata e con una buona fonte di calore. Una volta terminato di usarla, l'incubatrice andrà lavata e pulita prima di esser riposta in attesa della prossima nidiata. E adesso buon lavoro, ed un in bocca al lupo gigante per tutte le vostre schiuse!


*****
Un pulcino a poche ore di vita, col piumino completamente asciugato.

247 commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   1 – 200 di 247   Nuovi›   Più recenti»
momus ha detto...

Ciao, ho comprato stasera la Covatutto16, vorrei farti una domanda semplice, ma se durante la speratura si vede che quache uovo non è stato fecondato, quelle uova sono commestibili ho vanno buttate?
Grazie ciao
Andrea

Andrea ha detto...

ciao, se fai la speratura verso il quarto giorno, con uova a guscio chiaro, dovresti poter senza problemi cucinare le uova chiare. Attento a non cucinare invece le uova con embrione morto, tipo quelle in cui si vede il classico anello di sangue! ecco, magari usale per una frittata o per un dolce, piuttosto che per l'ovetto sodo o - peggio! - quello crudo!
ciao!

momus ha detto...

Ma per guscio chiaro cosa intendi?
Io ho 2 galline livornesi bianche e 3 rosse, per chiaro intendi quelle bianche che mi fanno le galline bianche o anche quelle classiche (ovvero come quelle dei supermercati)?
Grazie ciao
Andrea

Andrea ha detto...

ciao, intendo quelle a guscio chiaro come le livorno. Il suggerimento riguardava il fatto che il guscio chiaro permette di sperarle meglio fin dai primi giorni, a volte già dal terzo, riducendo il tempo in cui le uova "chiare" rimangono nell'incubatrice.

momus ha detto...

Ancora ciao....scusa ma ho ancora una domanda, è diversi giorni che ci penso, io ho un gallo e 5 galline, mi chiedevo se all'interno della giornata lui sia in grado di fecondarle tutte e 5 oppure no, perchè altrimenti per capire quali uova sono fecondate dovrei fare il guardone e vedere quale galline vengono montate no? Poi, il mio gallo è giovane, è da una settimana circa che ha cominciato a cantare (malissimo povero piccolo) vedo che le galline le monta, ma è pronto per fecondarle a puntino o è presto?
Grazie mille e riciao
Andrea

Andrea ha detto...

Ciao, un gallo può vivere tranquillamente con 6-8 galline e fecondarle tutte senza problemi... molti arrivano anche ad un gallo per dodici galline, ma temo che il "superlavoro" poi si faccia sentire. Per cui non preoccuparti, il numero è ottimo.
per il discorso sulla fecondità, il gallo se inizia a montare le galline è di sicuro fertile, ma non è detto che sappia montarle come si deve! Mi spiego meglio: non è solo questione di fertilità, ma anche di...tecnica. E la tecnica di solito la imparano guardando gli altri galli. Se non ne hanno modo, vanno per tentativi... finchè non imparano. Io ho notato una cosa: quando il gallo riesce tecnicamente a fecondare la gallina, questa al momento di alzarsi arruffa le penne, specie quelle del collo, e si da una scrollatina. Prova a vedere un paio di volte come si comportano le tue galline dopo il rapporto con lui. Ciao!

momus ha detto...

Maremma santa, non riesco a regolare la temperatura dell'incubatrice, ho messo dentro pure 2 termometri ma uno diceva una cosa e l'altro un'altra........via via col cacciavite cerco di abbassare la temperatura perchè mi è arrivata anche a 41, ho gia fatto 3 giri completi verso sinistra ma ancora è a 38......mmmmm.... sto impazzendo!!

Andrea ha detto...

...lo so, è difficile le prime volte! Vedrai che per tenativi ci riuscirai. Coraggio!!

momus ha detto...

Ho scoperto di avere una presunta chioccia, ho una gallina che va a fare le uova sotto una struttura di ferro, per fortuna ho localizzato il punto e infilando un braccio al di sotto riesco a prendere le uova, ieri alle 16 sono andato per prenderle e ho sentito la gallina, ho preso le uova ( una di ieri e una del giorno prima )ed erano (credo) state covate perchè erano calde entrambi e poi perchè a quell'ora la gallina che ci faceva li? L'ennesima domanda che ti faccio è questa : SAREBBE BELLISSIMO LASCIARE LA GALLINA COVARE LE PROPRIE UOVA, MA C'è UN MA! Io la mattina libero le galline dal pollaio e poi stanno tutto il giorno a zonzo, le uova le fanno fuori e quindi come fa la gallina a covare le uova la notte se io la chiudo nel pollaio? Qui ci sono le volpi, che ci hanno gia fatto visita una volta! Le uova devono essere covate notte e giorno giusto? Se hai una soluzione sarò lieto di apprenderla....spero di essermi spiegato al meglio!
Ciao e grazie
Andrea

momus ha detto...

P.S. Ho messo le uova nell'incubatrice,2 bianche e 3 normali, il termometro da cucina che ho messo dentro mi indica 38 ma il termometro dell'incubatrice 100.5 F! Preferisco fidermi dei 100.5 F quindi la lascio cosi che dici?
Scusa se ti chiedo cosi tanti consigli ma ho bisogno di un tutor in questo momento, sono alla prima esperienza in questo splendido mondo avicolo!
Ciao

Andrea ha detto...

ciao, ovviamente mi fa piacere provare ad aiutarti, nel limite del possibile!
Ascolta, la tua gallina non è una chioccia: si è solo fatta il nido in un bell'angoletto protetto. Il primo uovo era caldo solo perchè la gallina ci si è seduta sopra per deporre il secondo. Solo se, una volta deposto un certo numero di uova (10-20) la gallina rimarrà tutto il giorno sopra di esse, potrai considerarla una chioccia.
in quel caso le opzioni sono due: o circondi la chioccia con una rete antipredatore, o allestisci una bella cassettina con la paglia in pollaio e DI NOTTE trasferisci prima le uova e poi la chioccia. in questo modo lei non perderà l'istinto e rimarrà a covare anche il mattino dopo.
per l'incubatrice, credo tu faccia bene a seguire quel valore del termometro incorporato. ciao!

momus ha detto...

grazie mille!

momus ha detto...

rieccomi....quanto tempo le uova possono stare fuori dall'incubatrice per la speratura? Non vorrei fare una strage!!!
Grazie
Andrea

Andrea ha detto...

..una chioccia può allontanarsi dal nido per una quindicina di minuti al giorno... io credo che se fai tutto in 5-10 minuti non ci siamo problemi. certo non devi sperarle tutti i giorni! due volte nel giro di una incubata basta e avanza. ciao!

momus ha detto...

Ciao, ti volevo chiedere, durante la speratura si dovrebbe vedere il tuorlo? Io non noto niente all'interno delle uova, non vorrei che magari uso una lampada poco potente che non riesce a farmi vedere il contenuto....ormai sono 9 giorni che sono in incubatrice....le giro mattina e sera, la temperatura oscilla tra i 100,5 ai 101 F.

Andrea ha detto...

ciao, a 9 giorni di incubazione con la speratura si vede chiaramente la camera d'aria chiara nel polo ottuso ed il resto dell'uovo più scuro, segno dello sviluppo dell'embrione. se appare tutto chiaro, l'unica spiegazione purtroppo è che le uova non erano fertili. a questo punto, forse aprirne una sarebbe conveniente.
ciao!

Anonimo ha detto...

Ciao, le prime uova non erano state fecondate, quindi ci ho riprovato qualche settimana dopo e sono lieto di comunicarti che vedo degli esserini dimenarsi all'interno delle uova.....verso fine mese dovrebbero schiudersi....speriamo vada tutto bene!!!
Momus

Andrea ha detto...

ciao, ottimo allora!! In bocca al lupo e mi raccomando di non disturbare troppo le uova, specie verso la fine dell'incubazione!
Ciao!!

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea, volevo sapere : ma quando i pulcini nascono come mi devo comportare appena sono asciutti?
Li devo tenere in casa al riparo dal caldo torrido dell'estate, li posso tenere fuori in un posto riparato dal sole e dal vento....mi dovrebbero portare un pollaio zincato apposito per pulcini, ma senza riscaldamento...può andare o visto che comunque sono pochi pulcini, i primi a nascere sono 2, poi ne nascerà 3 dopo 5 giorni e poi altri 2 dopo 3 giorni conviene tenerli in casa magari dentro una scatola con un po si segatura?
Grazie
Momus

Andrea ha detto...

Ciao, ti rispondo solo ora perchè appena tornato dalle ferie.
Allorai consiglierei di tenerli in casa, in una scatola di cartone con sopra una lampadina da 60W per riscaldarli se noti che si addossano gli uni agli altri per il freddo. A 3-4 settimane passali in una gabbia in rete zincata, e a 2 mesi e mezzo o tre li potrai passare insieme agli adulti. Ciao!!

Anonimo ha detto...

Ciao, ma perchè mi son nati due pulcini malformati? Uno aveva il capo piegato e non riusciva a stare in piedi (stile mucca pazza) e l'altro ha una zampa storta e anche lui non sta sulle zampette....il primo l'ho soppresso e credo che dovrò sopprimere anche il secondo...gli altri 3 sono allegri e felici e stanno bene! Quale è il problema ? Perchè nascono così? Perchè solo questi 2 e non tutti se fosse un problema di giro delle uova o temperatura?
Momus

Andrea ha detto...

Ciao,
le schiuse in incubatrice spesso presentano questo tipo di problemi. Spesso si possono ricondurre a tre tipologie differenti di problemi.
1) problemi di umidità: troppo bassa o troppo alta. In questo caso un'imbragatura può aiutare il pulcino a tenere le zampe parallele per qualche giorno, con buone speranze di recupero.
2) problemi di consanguineità: animali troppo inincrociati tra loro possono dare prole poco vitale.
3) problemi dovuti alla forma dell'uovo e/o alla sua posizione nel'incubatrice: il pulcino si posiziona male nell'uovo e di conseguenza nasce deformato.
4) nel caso che la zampetta storta sia deforme all'altezza del tallone (quello che sembra il ginocchio) e che la giuntura sia gonfia, si può trattare di perosi metabolica, dovuta ad una mancanza di manganese nell'alimentazione dei genitori.
Capita anche a me, nella prima covata due pulcini avevano la perosi; uno è morto mentre l'eltro, seppur handicappato, è ancora vivo.
Non scoraggiarti! ciao!

Andrea ha detto...

ecco un link dove vedere come un mio amico ha risolto il problema della legatura-imbragatura del pulcino. ciao!
http://the-farmyard.blogspot.com/2009/08/i-livornesi.html

Anonimo ha detto...

Porca miseria, ho letto solo ora il tuo messaggio....e ormai è andata!!
Ahimè!
Comunque grazie....almeno le prossime volte saprò come fare!
Momus

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea, ieri il padrone ha tirato al collo ad una gallina perchè mi ha detto per telefono che era tutta mogia e gli mancavano delle piume.....io non ho potuta vederla...insomma, oggi ho scovato il suo nido di 9 uova che non trovavamo, secondo me la gallina si era solo accaldata e quindi spennata per via di un probabile istinto di cova che l'ha portata a chioccia col tipico innalzamento della temperatura corporea, considerando che in questi giorni da me ci sono circa 41 gradi all'ombra è comprensibile lo stato della gallina...un rimedio dei vecchi a questi inconvenieti è prendere la gallina e immergerla in una tinozza d'acqua fresca e togliere le uova dal nido.....secondo il padrone stava male e l'hanno ammazzata! Poveretta!
Momus

Andrea ha detto...

...povera bestia!! Magari ti avesse contattato prima! Mi spiace!

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea, ho rimesso delle uova in incubatrice, ti volevo chiedere: Dato che la lampadina dell'incubatrice si è bruciata e me ne sono accorto quando la temperatura era gia scesa a 29 gradi.....ho provveduto a cambiare la lampadina immediatamente e in qualche momento tutto è tornato a posto....ma le uova avranno subito qualche danno???
Momus

Andrea ha detto...

ciao Momus, no, direi che è molto improbabile... pensa che io mi sono trovato a mettere in incubatrice uova abbandonate da 6-7 ore da una chioccia, e si sono schiude benissimo. Se poi la temperatura era così alta, ancora, credo proprio non sia successo nulla. in bocca al lupo!

Anonimo ha detto...

Grazie mille,sempre gentilissimo!
Momus

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea, mi sono nati da circa una settimana dei pulcini, presentano intorno all'orifizio anale un accumulo di cacca marroncina....alla schiusa precedente non era successo, vorrei sapere cos'è e come posso pulirli, ho provato con dell'acqua tiepida a lavargli la zona ma pare che il problema sussista....ho letto della diarrea bianca ma non essendo di quel colore il mio caso la escluderei.
Avevo messo 10 uova nell'incubatrice ma solo 3 pulcini son nati, alcuni sembra che non riecano a bucare il guscio, l'acqua sul fondo dell'incubatrice c'è.....allora? Ora sto aspettando gli ultimi due...uno dovrebbe nascere oggi....ma ancora non si vede nulla (però con la speratura vedo che si muovono)
e l'altro dovrebbe nascere il 22! Speriamo....grazie dell'aiuto!
momus

Andrea ha detto...

ciao Momus,

che dire? debolezza dei pulcini, ceppo troppo vittima di imbreeding, qualche sbalzo di umidità - e/o temperatura - non previsto, modo poco corretto di girare le uova, troppe aperture dell'incubatrice... la scusa della mancata nascita dei pulcini può essere un po' ovunque. fai così, non appena fanno il primo buco DELICATAMENTE con l'unghia scalfisci il guscio dell'uovo circolarmente attorno al polo ottuso, a partire dal foro fatto dal pulcino. Devo rompere solo il guscio, non la pellicina che lo riveste internamente, ed il pulcino deve arrangiarsi dopo. in bocca al lupo!

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea, ho sempre il solito pulcino che ha delle perdite...mi pare che sia indebolito....oltre a fare la cacca normalmente ha delle fuoriuscite di liquido incolore, come fosse acqua...che gocciola lungo il ventre sporcandolo pietosamente....sto somministrando un po di antibiotico....Vefloxa...!
Il pulcino mangia regolarmente e beve! Cosa può essere?
Grazie per l'aiuto!
Momus

Andrea ha detto...

ciao Momus,

purtroppo non sono un veterinario e non so che darti una risposta sicura: se si esclude a priori una salmonellosi o pullurosi, l'unica cosa che mi viene in mente da fare è quella di isolare immediatamente il piccolo e di curarlo con antibiotici. Al minimo accenno di infezione tra gli altri piccoli, però... io purtroppo consiglierei di sopprimerli. Il rischio di avere animali malati per più generazioni è reale. Piuttosto cura tantissimo la pulizia. in bocca al lupo!

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea, come va? E' da un bel po che non ti scrivo è? :-)
Tante cose son successe...più che altro di devo raccontare che dopo svariate morti nel pollaio, polli con la testa fracassata, galline morte....ho scoperto di chi è la colpa.....dell'Oca maschio! Non sapevo che avessero queste antipatie!
Pensavo che fosse cattivo perchè non aveva una femmina con cui sfogarsi....e così gli ho preso la compagna....che da poco ha cominciato a deporre le uova....immagino feconde perchè lui è sempre sopra di lei! Cosi ho deciso di prelevarle e metterle in incubatrice! Oggi il primo uovo è al decimo giorno...devo fare la speratura! Consigli sulle uova di oca? Io purtroppo mi son sentito obbligato a lavarle perchè erano marroni di fango....ho cercato di fare il meno danno possibile alla patina dell'uovo che so serve molto, ma sinceramente non so se il danno l'ho fatto o no!
Poi un'altra domanda.....ho visto che l'oca maschio non disdegna di accoppiarsi con le anatre mute....ma che ne uscirà fuori? Potrebbero fare uova feconde? Potrebbero fare l'uovo? Per ora non l'hanno mai fatto!
Come vedi, ho recuperato il tempo perduto con le domande! :-)
Grazie mille.
Momus

Anonimo ha detto...

A scusa....un'altra domanda....mi è sparita la mugellese....possibile che si sia messa a covare in qualche posto a me ignoto e poi sia morta durante la cova? So che quando sono a chioccia non si smuovono da nido....comunque era bella furba è non credo che sia morta per incidente o per uccisione...era velocissima e scattante...! Conosci esperienze simili?

Andrea ha detto...

ciao, purtroppo rispondo solo ora per tutta una serie di problemi famigliari che ho avuto nelle scorse settimane.
Temo che a questo punto ogni consiglio sull'incubazione delle uova e della mugellese sia vano. L'oca anche se copre le anatre non dovrebbe dar vita con esse a prole vitale, anche se ovviamente le anatre deporranno comunque le uova, che non saranno feconde. La mugellese potrebbe anche solo esser sparita per la cova in un posto remoto, non è raro che accada: una signora che conosco il giorno di Natale di qualche anno fa si vide tornare a casa una gallina che credeva morta assieme a 15 pulcini!!!

Valerio ha detto...

salve mi consigiate una incubatrice voltauovo automatica che non costi troppo..

Andrea ha detto...

ciao Valerio, mi verrebbero in mente alcuni modelli della ditta MAINO, come la piopio 49/56 o la ME 3/4... puoi chiedere informazioni direttamente al loro sito oppure ad Andrea Borotto di www.incubatrice.net, che credo ne abbia disponibili. Come prezzo credo siamo sotto i 300 €. ciao!

Anonimo ha detto...

Ciao
Leggendo il tuo log mi è venuta voglia di comprare la covatutto 16 e da una settimana è accesa ma non riesco a trovare la temperatura giusta
La linea blu del termometro è sotto la metà per arrivare al 100 mancano 6cm di termometro e anche se giro la vite non cambia
Ieri ho messo dentro 3 uova di quaglia che questa mattina avevano il guscio crepato

Andrea ha detto...

ciao, mi sembra davvero molto, molto strano. ma dove tieni l'incubatrice? La macchina andrebbe tenuta a temperature ambientali di 18-20 gradi, a temperature più basse non può riuscire a raggiungere i 100-101 °F. Altra cosa: che lampadina usi?? da 40W o più piccola?
stranissima la storia poi delle uova col guscio crepato, senza aver fatto nulla.
ti consiglio di mettere un termometro a mercurio sul fondo dell'incubatrice e di controllare a che temperatura arriva. se non dipende nè dal tipo di lampadina nè dall'ambiente in cui si trova, probabilmente ti è arrivata col termostato rotto. ciao e facci sapere!

Anonimo ha detto...

per me è il termometro il problema perche in quello che si usa per la febbre segna 41,5 gradi

Andrea ha detto...

e ci credo allora che si sono crepate le uova!!!
sì, senza dubbio è colpa del termometro. è stato in posizione orizzontale a lungo o ha ricevuto scossoni? Potrebbero essersi formate bolle d'aria nella colonna di mercurio che ne impediscono il corretto funzionamento. A questo punto la cosa migliore da fare è prendere un termometro a mercurio e posizionarlo accanto alle uova, in maniera da tarare l'incubatrice tra i 37 ed i 38 gradi (meglio più su che più giù) ed ignorare l'altro termometro. ciao!

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea e complimenti!! Volevo fare prima una precisazione, la mia covatutto16 ha una lampadina da 60w e non 40w , poi una domanda... ho iniziato da pochi giorni la mia prima incubazione e volevo sapere ,seguendo i tuoi consigli , (su 16)quante uova giungeranno a schiusa??

Andrea ha detto...

ciao! i dati delle ultime due schiuse sono i seguenti:
1) 16 uova, 5 tra non fertili e morti durante lo sviluppo, 11 nati;
2) 15 uova, 4 tra non fertili e morti durante lo sviluppo, 10 nati.
io forse adopererei la lampadina da 40w... quella da 60 non è un po' troppo forte?
Aggiungo un paio di note: riempi il deposito centrale d'acqua, rabboccalo dopo una settimana e poi NON RABBOCCARLO PIU' fino al 18 giorno, anche se si secca del tutto; quindi riempi i due serbatoi per gli ultimi 3 giorni. Altra cosa che non ricordo se l'ho scritta o meno: le uova vanno girate con delicatezza, facendole ruotare lungo l'asse longitudinale, e non capovolgendole.
detto questo, credo tu ti possa ragionevolmente aspettare una schiusa compresa tra il 70 e l'80%; non scoraggiarti se le prime volte nascono però molti meno pulcini, bisogna prenderci mano!

Anonimo ha detto...

Grazie per i preziosi consigli!! Cmq intendevo dire ke la mia incubatrice è nuova e la lampadina che c'ho trovato è di 60W!!

Anonimo ha detto...

salve volevo farle una domanda il termometro della covatutto 16 si deve incastrare ?

Andrea ha detto...

non esattamente. il termometro ha una sua sede ed un incastro "sommario", ma rimane libero di ruotare.

vitorunner ha detto...

Ciao, stamattina ho verificato che i miei pulcini sono morti intorno al 17-19mo giorno nell'uovo al mio primo tentativo con la covatutto 16.
Ti dico quello che ho fatto: ho verificato la temp. con un termometro digitale di precisione legato vicino al sensore del term in dotazione ed ho visto che faticava a mentenere la temp. costante così ho inserito l'incubatrice in uno scatolo di cartone. Inoltre ho riempito entrambe le vaschette fin da subito pensando che l'umidità deve essere distribuita uniformemente a tutte le uova e non solo a quelle posiz. al centro. Al 18 giorno ho cominciato a spruzzare dell'acqua sulle uova per aumentare l'umidità.
Insomma il risultato è stato che su 12 è nato un solo pulcino per giunta al 24 giorno passato abbaondantemente e gli altri li ho trovati bloccati, come ti dicevo, al 17-19 giorno facendo riferimento a quanto scritto qui:http://www.vet.unipi.it/system/files/Fronte-Embriologia_pulcino.pdf
Che pensi? Ho abbassato troppo la temp. spruzzando l'acqua? Oppure l'inserimento in uno scatolo di cartone ha innalzato la temp. che comunque io vedevo oscillare fra i 37,5 e i 38,7.
A parte questo mi chiedevo e ti chiedo: ma se in natura le uova si trovano costantemente ad una temp. di 40,5 (verificata da me più volte sotto diverse chioccie) perchè nell'incubatrice devono essere a 35,5? (Ho verificato con il term. digit. e sulle uova la temp. è all'incirca quella mentre sul sensore è più alta.)
Sono mortificato per aver provocato sofferenza ai pulcini e vorrei ritentare un altra volta e mi sembrava di aver fatto tutto per bene, tu che mi dici? Ti ringrazio e sono pronto a scambiare opinioni con te visto che io ogni anno ottengo non meno di 50/ 60 pulcini con chioccie di tipo nane e sto ottenendo animali davvero particolari incrociando fra loro: collo nudo, gallinelle con piume arruffate + altre.
Un saluto
Vito

Anonimo ha detto...

Un'idea che mi ha dato tanto piacere nell'usare la mia Covatutto: Ho attaccato col nastro adesivo un piccolo microfono a pile che, tramite cuffie, mi permette di ascoltare i movimenti e rumori che iniziano verso il 17 giorno. Sembra un cantiere in pieno movimento, e non pensavo di sentire le voci cosi forti da dentro le uova! Mi permette anche di monitorare lo stato dei pulcini durante la schiusa, in modo che posso intervenire se qualcuno inizia ad indebolirsi.
Sandra

Andrea ha detto...

@Vito: decisamente hai tenuto l'umidità troppo alta. Io questa primavera ho avuto tassi di schiusa anche superiori all'80% facendo così: incubatrice mantenuta in un ambiente a 18-20 °C, riempio d'acqua il comparto centrale (e solo quello) il primo giorno. Dopo una settimana, riempio di nuovo (hai capito bene, nessun rabbocco nel frattempo) e quindi attendo fino al 18° giorno prima di riempire completamente i due settori. una minore umidità nel periodo di incubazione secondo me è un'ottimo fattore per una buona riuscita con la covatutto, lo sbalzo successivo al 18° giorno permette al pulcino di svilupparsi correttamente.
Comunque non demordere, il primo anno con la covatutto h perso tante covate proprio perchè non sapevo come usarla al meglio, ora invece mi trovo davvero bene. E' questione di pratica, nient'altro.
E purtroppo, non c'è nulla da fare: la chioccia E' la macchina da incubazione perfetta per eccellenza. Le discrepanze di temperatura e umidità ed incubatrice sono azzerate da una serie di infinite variazioni dic omportamento che la chioccia mette via via in atto. Comunque, se la temperatura non raggiunge i 37,7° sulle uova, è un problema: prova magari a tenere l'incubatrice in una stanza più calda e verifica che la lampadina non sia poco adatta, magari sostituiscila con una da 60 se usi una da 40.
@ Sandra: ma che magnifica idea! Veramente spettacolare. che marca di microfono adoperi? sarebbe interessante vedere qualche foto del sistema che hai adottato, potrebbe essere un bel modo di aggiornare questo post.

Anonimo ha detto...

Andrea: E' una "cavolata" americana (che ho preso qui in america tramite Amazon.com) che non funziona minimamente per cio' che e' stato inventata, cioe', per ascoltare meglio la tv senza dare fastidio al compagnio. Ma per l'incubatrice va benissimo.

http://www.amazon.com/Listen-Up-Personal-Sound-Amplifier/dp/B000QGO3PG/ref=sr_1_4?ie=UTF8&s=hpc&qid=1282142422&sr=8-4trice

Sicuramente c'e qualcosa di simile in Italia?
Vorrei anche dire, che ogni volta che giro le uova, disinfetto le mani prima. Metto anche una goccia (non di piu!) di Listerine nell'acqua del bacino. Sono anche attenta a cambiare il posto nell'incubatrice di ogni uova ogni volta che le giro, una rotazione costante sia di lato che di posizione.
Sandra

Andrea ha detto...

ciao Sandra, davvero una bella idea! sì, immagino che qualcosa di simile si possa reperire anche qui, altrimenti... c'è sempre Amazon!

Anonimo ha detto...

ciao volevo farti una domanda,ho messo 5 uova nell'incubatrice 3 si sono schiusi ,2 sono passati 22 giorni e ancora nienta,ho fatto la speratura ed è Ok ,cosa mi consigli di fare ?ciao grazie

Andrea ha detto...

ciao, dovresti aspettare fino al 25 giorno, schiuse ritardate sono sempre possibili. Solo se senti pigolare a lungo ma non vedi uscire gli animali dovresti aiutarli incidendo leggermente la calotta dal polo ottuso dell'uovo lungo la sua circonferenza, come farebbe il pulcino per uscire.

Anonimo ha detto...

salve ho comprato l'incubatrice oggi ma funzionera?
saluti

Andrea ha detto...

...devi permettermi due domande:
1) perchè non dovrebbe funzionare?
2) perchè comprare qualcosa se si hanno in partenza dei dubbi sul suo funzionamento o sulla sua validità?

con la mia quest'anno ho avuto schiuse dell'80%, ma all'inizio le cose andavano terribilmente peggio. la tua incubatrice funzionerà a dovere e ti darà soddisfazione quando avrai fatto le tue prove e avrai capito quali sono le migliori condizioni per usarla.

Anonimo ha detto...

ciao, nn e che mi potresti spiegare passo passo per cortesia, e se puoi, cosa devo fare appena apro la scatola dell'icubatrice?

ti prego l'ho appena comprata e dalle istruzioni nn e che ci capisco molto...

saluti e grazie in anticipo..

Andrea ha detto...

....io veramente credevo di esser stato chiaro, in questo post: basta che scorri verso l'alto e leggi l'articolo, e troverai passo passo tutto quello che devi fare. ammesso dunque che tu abbia la covatutto 16, riassumendo:
-togli l'incubatrice dalla scatola.
-trovi un ripiano in una stanza nè troppo calda nè troppo fredda;
-segui le operazioni descritte nel post, mettendo l'aqua nel comparto centrale circolare, posizionandoci sopra la camera d'incubazione e mettendoci il coperchio con la lampadina da 40w. attacchi la spina e aspetti che si stabilizzi la temperatura;
-controlli che la temperatura sia quella giusta (101°F) e altrimenti tari l'incubatrice;
incubi le uova secondo quanto scritto nell'articolo.

Anonimo ha detto...

ciao ,volevo sapere se tu vaccini i tuoi pulcini,se si dove acquisti i vaccini (pseudopeste,malattia marek e difterio-vaiolo)grazie cordiali saluti.

Andrea ha detto...

io quest'anno ho fatto la pseudopeste (obbligatoria) ed il difterovaiolo (perchè avevo avuto qualche caso). costano pochi euro, mi faccio fare la ricetta al servizio veterinario della USL e poi li compro in farmacia. ciao!

Anonimo ha detto...

ciao qualcuno mi può dare un consiglio?,ho messo delle uova d'oca(8)in incubatrice,a 10 giorni circa ho effettuato la speratura ma nn si vede nessun embrione, venuzze,e ragnetto,praticamente sembrano ke le uova nn siano feconde,anke se i genitori si sono accoppiati ripetutamente,avete qualke suggerimento?
grazie anto

Andrea ha detto...

ciao, le opzioni possono essere tante... per iniziare, i riprodutori erano strettamente consanguinei? se gli animali provengono da generazioni di incroci tra consanguinei potrebbero essere sterili o quasi. ancora, come sono state conservate le uova? hanno subito scossoni, sono state trasportate in auto? Insomma, di motivi possono essercene tanti... ciao!

Marco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Marco ha detto...

ciao,
avrei un quesito da porti...
ieri falciando l'erba medica ho aimè falciato anche una fagiana,aveva il nido poco distante con 12 uova...fortunatamente avevo la covatutto 16 accessa per 2 uova di gallina (che ora ho tralasciato) e ho messo quelle delle fagiana...ora...non sapendo a che punto siano della cova (me ne intendo veramente poco)come faccioa regolarmi con l'aumentare di acqua nella vaschetta!?

Andrea ha detto...

ciao, purtroppo no0n so aiutarti a dovere, ma credo che la cosa migliore sia qualle di mantenere un'incubazione più a secco, lasciando sempre solo la vaschetta centrale piena. fai però prima una speratura, e controlla quanto grande è la camera d'aria. se è piccolina, limitati s controllare un uovo ogni 2 giorni. quando vedi che aumenta, riempi a metà la seconda vaschetta. io almeno farei così.
in bocca al lupo!

Anonimo ha detto...

ciao andrea come o letto le uova non devono subire scosse... quindi come posso fare a portare le uova dalla campagna a casa??? io di solito le metto in una borsa di plastica e le metto nel bauletto dello scooter...

Andrea ha detto...

per evitare eccessivi scossoni ti consiglio di mettere le uova in una scatola riempita con materiale granulare (es. polistirolo oppure sementi fine). in genere così dovresti avere pochi problemi. ciao!

Anonimo ha detto...

e se continuerei a portarle cosi che potrebbe succedere?? senno posso mettere del fieno dentro la borsa e le uova di sopra??

Andrea ha detto...

le vibrazioni potrebbero far morire l'embrione, e le uova non sarebbero più adatte per l'incubazione. non importa cosa usi, l'importante è che tu possa limitare al massimo gli scossoni e le vibrazioni. ciao!

Anonimo ha detto...

ok ne terro conto... un altra domanda nell'incubatrice gli posso mettere le uova di 2 o 3 giorni ho devono essere covate e messe subito nell'incubatrice??
scusa per le troppe domande ma e la prima volta e non sono pratico e vorrei imparare bene perchè è una cosa che mi piace tanto...

Anonimo ha detto...

ok ne terro conto... un altra domanda nell'incubatrice gli posso mettere le uova di 2 o 3 giorni ho devono essere covate e messe subito nell'incubatrice??
scusa per le troppe domande ma e la prima volta e non sono pratico e vorrei imparare bene perchè è una cosa che mi piace tanto...

Andrea ha detto...

le uova possono essere conservate fino a 10-12 giorni prima di essere messe in incubatrice, e vanno tenute in un luogo fresco in posizione verticale con la punta in basso. Se li affidi invece ad una chioccia puoi conservarle anche per 15-18 giorni. Oltre questi limiti di tempo il tasso di schiusa diminuisce drasticamente.
ciao!

Anonimo ha detto...

salve ma il primo giorno che si mettono le uova nell'incubatrice si devono girare?

Andrea ha detto...

sì, le uova vanno girate fin dal primo giorno! Ciao!

Anonimo ha detto...

io o messo le uova ieri pomeriggio verso le 17 e 30 e le o girate stamattina verso le 10... che ci fa se da un lato stanno di più girate verso la luce?

Andrea ha detto...

ciao, l'importante è che tu le giri almeno due volte al giorno. Non conta quanto stanno verso la luce da un lato, ma il fatto che girandole eviti che l'embrione si attacchi ad una parete e poi muoia con lo sviluppo. ciao!

Anonimo ha detto...

ciaoo... sono di nuovo qui!!finalmene oggi anno scovato le uova ma ce un problemino... ho messo 14 uova nell'incubatrice e ne sono scovate solo 2 e le altre sembrano piene. le o messe tutte lo stesso giorno, scoveranno tra qualche giorno o le posso levare??

Andrea ha detto...

lasciale ancora per 3 giorni, a volte ci possono essere ritardi di schiusa. Ciao!

Anonimo ha detto...

salve... scusa se la disturbo ma penso che lei mi puo aiutare, ho un probleme molto grave!!! metto le uova nell'incubatrice e al massimo mi nascono 1 o 2 pulcini, poi quando apro le uova sono brutte o il pulcino e morto ma quando faccio la speratura quella specie di ragnetto lo vedo... che puo essere??? puo essere che la crocetta (X) sulle uova la faccio con il pennarello e non con la matita??? (anche se penso che non centra niente).
mi puo dare qualche consiglio per fare nascere almeno una covata intera??? sto impazzendoo!!! grazie mille in anticipo!

Anonimo ha detto...

p.s. la temperatura o provato a metterla una volta a 100°f e un altra a 101 °f

Andrea ha detto...

ciao, non è facile dare una risposta alla tua domanda! troppe le variabili che non citi. l'umidità com'è? Ogni quanto rabbocchi l'acqua, e com'è l'umidità della stanza? quante volte al giorno giri le uova ed alzi il coperchio? Il ceppo di galline da cui provengono le uova è giovane, vecchio, inincrociato? meglio usare le matite che i pennarelli, ma non dovrebbe essere comunque un granm problema, conosco allevatori che lo fanno regolarmente...
dacci più informazioni!

Anonimo ha detto...

ciaoo.. l'acqua la mettoogni 2-3 giorni. le galline sn giovani. quando spero le uova si vede quella specie di ragnetto ma non scovano poi.. l'altra volta ne o messe 7 e non ne e scovato neanche uno.

Anonimo ha detto...

Ciao sono Paolo.
Scusate se entro così con questa domanda. Dove posso trovare un buon termometro a mercurio(che dalle opinioni sembrano i più affidabili)con un range 'lungo' che parta almeno dai 20°C. Esiste? Dove potrei trovarlo?

Andrea ha detto...

@ anonimo: se le uova iniziano lo sviluppo embrionale ma non schiudono, vuol dire che c'è qualcosa che non va nel modo in cui continui l'incubazione; potrebbe essere una stanza della casa troppo fredda (quella in cui c'è l'incubatrice), un modo troppo rude o sbagliato di girare le uova, l'umidità ambientale non corretta... è impossibile dirtelo a distanza, forse potresti provare a controllare l'umidità con un igrometro.
@Paolo: non saprei dirti, mi verrebbe da pensare che potresti trovarlo in negozi di articoli per enologia (vini ed affini), negozi di acquari, ferramenta, ecc...

Anonimo ha detto...

Ti ringrazio per la risposta. Guardando meglio i tuoi blog e la tua pagina FB ho capito quanto amore hai per ciò di cui ti occupi, vista anche la disponibilità nel rispondere ai vari quesiti. Grazie anche perchè sei una di quelle persone che arricchiscono il web con la loro conoscenza ed esperienza.

Paolo

Andrea ha detto...

Ti ringrazio, Paolo! sì, provo sempre a dare tutto il meglio di me in quello che faccio, qui come altrove, e soprattutto ci metto passione. ciao e grazie ancora!

Anonimo ha detto...

salve il termometro non mi sta fisso sui 101f, ma mi varia dai 100 ai 101f.
deve stare fisso sui 101 o deve fara cosi? se deve stare fermo perchè non mi ci sta e come lo posso sistemare?
grazie mille in anticipo e tantissimi auguri!! =)

Andrea ha detto...

se fatica a restare sui 101 può essere dovuto al fatto che la stanza è troppo fredda. spostala in un luogo più caldo, con temp. superiore ai 19°C ma comunque non dovrebbe aver conseguenze troppo gravi sull'incubazione. ciao!

Anonimo ha detto...

quindi se varia non fa niente??

Andrea ha detto...

non ho detto che non fa niente, ho detto che le conseguenze non saranno troppo gravi. avrai probabilmente una percentuale di schiusa inferiore ma qualcosa schiuderà. ciao!

Francesco (Pollo) ha detto...

Ciao Andrea, mi è arrivata la covatutto 16 come ti ho scritto in mail, una sola cosa per ora: la temperatura a 101 o 102 farenhait?nelle tue indicazioni dai questi due valori, quale è meglio?
Spero che mi seguirai in questa mia prima fantastica avventura, intanto le nanette fuori incominciano a darsi da fare, dopo quante uova si possono considerare feconde?
(scusa se mi ripeto) Ciao Pollo

Francesco ha detto...

Scusa Andrea, nella calotta della covatutto ci sono 3 forellini 2 più grandi e 1 più piccolo, nella figura c'è un tappetto che deve essere inserito, inoltre nella scatola del termometro dice di tenere la temperatura sotto i 25°C cioè 77 f° bho...nel termometro c'è solo 100 f°, inoltre la lampadina è da 60 non 40. Che dici li chiudo o li lascio aperti i forellini sulla cupola trasparente?

Andrea ha detto...

ciao Francesco, i forellini servono per l'areazione e per provocare un minimo di corrente d'aria, per cui vanno ASSOLUTAMENTE lasciati aperti! Sono fatti apposta. se ce la fai meglio far raggiungere al termometro i 101°F, perchè di solito se il termometro segna quella temperatura il guscio delle uova è a 100°F.
la lampadina: in teoria è uguale, c'è un termostato che accende e spegne in continuazione la lampadina in maniera che il calore da lei generato scaldi in maniera costante l'interno dell'incubatrice, io ho sempre usato quella da 40, ma immagino che possa andar bene anche quella da 60. Ho il dubbio che magari quest'ultima scaldi e secchi un po' troppo.
immagino che i 25°C si riferiscano alla temperatura della stanza in cui si trova l'incubatrice.
ciao e in bocca al lupo per questa tua prima incubata ed avventura!!

Francesco ha detto...

Ciao Andrea, pensi sia fattibile girare le uova con due bastoncini arrotondati passando dai 2 buchi di aereazione?

Ciao Francesco

Andrea ha detto...

no, non ne vale la pena. rischi di non riuscire a girare bene e se apri il coperchio quelle due volte al giorno in velocità x girare le uova non succede nulla ;-)!!

Francesco ha detto...

Rieccomi Andrea, scusa, ma mi dici che la lampadina da 60 o 40 in teoria sia uguale, però poi aggiungi il dubbio che quella da 60 secchi un pò troppo, che dici la cambio? Ci vuole sempre una lampadina opaca?
Ciao, francesco

Andrea ha detto...

Francesco, lo ripeto, io non ho mai provato per cui non posso darti in questo caso il frutto della mia esperienza. credo che forse quella da 40 andrebbe meglio, possibilmente opaca, io suggerirei anche di quelle allungate "a fiamma" piuttosto che di quelle tonde, ma questo non è importante.

Francesco ha detto...

Grazie Andrea

Francesco ha detto...

Ciao Andrea, ho decisodi lasciare la 60 watt, ma per un solo motivo, prechè quando girerò le uova farà prima a tornare in temperatura.
Può essere logici come discorso?
Francesco

Andrea ha detto...

sì, ci può stare, ma allora fai una cosa, metti un piccolo termometro a livello delle uova e controlla che arrivino a 100°F a livello del guscio; se così non è, se cioè hanno una temperatura più alta, regola di conseguenza il termostato. ciao!

Francesco ha detto...

Ho visto il tuo video sulla speratura....sei un GRANDE!!!!

Francesco ha detto...

Ciao Andrea, ho fatto come mi hai detto tu, ho messo un termometro sul pavimento della covatutto 16, dopo circa 2 ore ancora è a 91, ma sta salendo. il termometro è di quelli digitali che si attaccano fuori della finestra e ti registrano minima, massima e temp. attuale,non ricordo la marca, ma è una buona marca per questo genere di strumenti.
Cavolo ci credo che la temperatura dove appoggiano le uova non sarà mai la stessa che dice il termometro della covatutto!!! Termometro e regolatore stanno ai fianchi della lampadina e quindi molto più vicini, comunque il termometro digitale lo lascio dentro tanto posto ce n'è.
A questo punto mi regolo con quello e la temperatura quindi la lascio a 100F° e non più 101 /102 ???
Un'altra cosaa, ho sentito parlare, non ricordo dove, di incubatura a secco fino al 18° giorno e poi 90% di umidità gli ultimi 3 giorni, che ne pensi?

Francesco ha detto...

HELP!!! temperatura termometro digitale oregon scientific ad altezza uova 98F° termometro della covatutto 16 a 102 F° che faccio alzo il digitale fino a 101 F° ???
(Il digitale da disteso sarà preciso come in verticale?

Andrea ha detto...

non ho capito, il termometro è sul pavimento o sopra le uova? misura sopra le uova la temperatura. sarebbe il caso forse di tarare prima i due termometri epr essere sicuri che riportino la temperatura corretta. mi pare starno addirittura 4°F di differenza.

Francesco ha detto...

Ciao Andrea, finalmente ho incubato anche se è venerdi 13. ma volevo saper se le uova oltre che a girarle su se stesse di 180° vanno anche spostate? Cioè va fatta una rotazionecome una giostra?
Grazie Francesco.

Andrea ha detto...

bravo, hai fatto bene a deciderti, pensare troppo significa non partire mai, e poi così ti nasceranno in lunacrescente, ottimo... no,solo girarle di 180. niente giostra!

Francesco ha detto...

Discrepanza fra termometri ovvero, quando giro le uova il termometro della covatutto in poco tempo torna a 102 F° mentre quello digitale ad altezza uova ci mette ore....Strano!!!!

Francesco ha detto...

Ciao Andrea, mi sa che li ho fatti lessi! il termometro digitale che è in piedi nella vaschetta con le uova sta fisso a 98 ma quello della covatutto l'ho fatto arrivare anche a 104 per alzare la temperatura dell'altro termometro....

Ciao Francesco.

Andrea ha detto...

ok Francesco. Elimina il termometro digitale interno, tieni buono solo quello della covatutto, fa che arrivi a segnarti 102, e guarda l'incubatrice il meno possibile.
la stai guardando troppo. è più facile ottenere una schiusa decente se le condizioni sono imperfette ma se le lasci stabili, che non cercando continue correzioni. gira le uova solo due volte al giorno, controllala da lontano ogni tanto per vedere che non si bruci la lampadina, e stop. so che è difficile, ma la mia prima incubata l'ho mandara a ramengo proprio perchè ero sempre lì a guardare...

Francesco ha detto...

infatti l'ho tolto e ho messo quello a mercurio di un acquario:
Covatutto 102,5
termo acqu. 100,00

Il bulbo del teermometro acquario sta all'altezza dell' equatore delle uova. Non tocco più nulla

Francesco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Francesco ha detto...

Andrea la temperatura di 100 F° deve essere all'equatore delle uova o alla parte superiore del guscio?
Lo so sono un palla.....scusami

Francesco ha detto...

Andrea non ho messo nessun termoriscaldatore altrimenti te l'avrei detto....è che mi fanno tutti 2 balle infinite co sta covatutto 16!!!! E vorrei fargli capire che di trucchetti ce ne sono per avere risultati, ma probabilmente per la mia esperienza non era una buona idea.. e ho finito per fare la figura del coglione!!!

Andrea ha detto...

francesco, la temperatura va bene. se all'equatore sono a 100 sopra saranno un pelino in più e sul fondo un pelino meno, ma va bene. l'importante era raggiungere quella cifra.
discorso incubazione a secco, io riempio la vaschetta il primo giorno, poi il 7° e il 14°. se nel frattempo si secca tutto, lascio stare. a secco del tutto invece no. ciao!
ps adesso fermati, fai un bel respiro e lascia fare alle uova! Tra qualche giorno farai la speratura e vedremo come va. ciao!

Francesco ha detto...

Grazie mio Mentore!!!!

Francesco ha detto...

Mammamia!!!! complimenti per il lavoro svolto, ma altro che basi per introdurre i neofiti alla genetica dei colori!!!!!!
però una domanda vorrei fartela: Chi influisce più sulla colorazione futura della pprole il gallo o la gallina?
E se i genitori sono uno bianco e uno nero i figli saranno pezzati, grigi o alcuni bianchi e altri neri?

Francesco ha detto...

Ciao Andrea, mi è venuta un'idea, ma solo se ti va, non farti problemi a dirmi di no se hai da fare. Vorrei fare una piccola dispensa fatta di mie domande e tue risposte, domande da fare ogni volta che mi vengono in mente, poi faccio copia e incolla su Word e spillo il tutto, per questo vorrei fare le domande numerate se tu per cortesia mi potessi rispondere per numero di domanda mi verrebbe una cosa precisina precisina che ne dici?

Andrea ha detto...

ciao Francesco,
il lavoro immane svolto per il sito con la genetica delle colorazioni non è dovuto a me ma a Danny, un appassionato straniero, che ha usufruito anche di parecchie immagini di appassionati italiani. la domanda che mi fai richiederebbe altre sedi per ricevere risposta, o meglio richiederebbe un trattato intero, ma in generale da un esemplare bianco ed uno nero possono nascere esemplari o bianchi o neri a seconda che il gene del bianco sia quello del bianco dominante o quello del bianco recessivo. polli neri con macchie bianche hanno un'altra base genetica, la mottled, ed il grigio altre ancora, a seconda di cosa dsi intende per grigio: la colorazione sparviero e la blu agiscono entrambe s base di colorazione nero esteso, ma in maniera del tutto differente. ciao!

Francesco ha detto...

che dici Andrea, posso fartele queste domande?

Francesco ha detto...

Andrea, forse mi sono spiegato male, le domande che volevo farti io numerate con risposte numerate non sono sulla genetica dei colori cavolo.....ci mancherebbe, ma sono tuoi consigli sull' allevamento avicolo!!!

Francesco ha detto...

Tipo queste:
1- Dopo quante uova deposte dalla stessa gallina le suddette uova possono considerarsi feconde?

2- Quando la gallina si mette a covare, dopo quanti giorni di cova continuata posso togliere le uova non buone e mettere sotto quelle feconde?

3- E' vero che le razze ibride "giganti" difficilmente diventano chiocce?

4- Quanto può essere conservato un uovo da rimettere sotto la chioccia? Come quelli per l'incubatrice? Mi hanno detto fino quasi a un mese, possibile?

5- Le uova che conservo sia per incubatrice che per cova naturale, va bebe conservarle al buio? Vanno girate tutti i giorni?

6- Per una decina di pulcini la lampada che li scalda da quante watt basta? Va bene anche una lampadina normale colorata di rosso?

7- Non trovando il gritt da mischiare al mangime, posso mettere anche gusci di cozze e vondole triturati? (lettiera per pappagalli)

8- E' vero che i pulcini hanno delle vazzinazioni oculari da fare il primo giorno se si vuole portarli in fiere o mostre? Se si chi controlla che siano stati vaccinati dato che viene fatto tutto in casa il primo giorno?

non mi viene in mente altro Andrea, see ti va rispondimi per ordine come le domande così stampo il tutto.
Ciao, Francesco.

Francesco ha detto...

9- Quali vaccinazioni sono consigliabili appena nati e le prime settimane? Pseudopeste?

10- Dopo il primo giorno, a che temperatura vanno tenuti e di quanti gradi si scala ogni quanti giorni?

Francesco ha detto...

11- Se io prendo una lampada ad incandescenza della stessa forma di quelle che vendono rosse fatte apposta per terrari o pulcini e la coloro non ha lo stesso effetto?
Se si potrei colorarla anche di nero? Ho visto che scure le usano per i rettilari.

Andrea ha detto...

ciao Francesco, ho risposto alle tue domande in questo post:

http://oryctesblog.blogspot.com/2012/01/appunti-di-avicoltura-le-vostre-domande.html

A presto!

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea ho comprato da poco una covattutto 16 e mi appresto a incubare le uova, premetto che mi sono letto tutta la spiegazione sul incubatrice da te postata. Ma vorrei sapere: le uova vanno messe a macchina spenta, o accesa? o non fà differenza. Più che altro per lo sbalzo termico.

Daniele.

Andrea ha detto...

ciao Daniele, il giorno prima di incubare le uova queste si mettono in una stanza a temperatura di circa 18-20°C, e si inseriscono nell'incubatrice quando questa ha già raggiunto la giusta temperatura. ciao!

leo ha detto...

ciao a tutti dopo aer letto e eseguito le indicazioni di Andrea ho aqistato la covatutto 16 con risultato 15 uova 13 pulcini grazie 1000

Andrea Mangoni ha detto...

ciao Leo, fantastico, grazie per averci fatto partecipi della tua esperienza positiva! Sono felice che il post ti sia stato utile. A presto!

roberto ha detto...

salve sono roberto ho comprato una covatutto 16 volevo una informazione il motivo e il seguente che 1l 13 marzo ho messe le uova nella covatutto il il 28 marzo ho eliminati le uova infecondi effettuando la speratura 1l 31 ho agginto l acqua per aumentare l umidita e oggi 3 aprile non sento ancora piangere i pulcini ma sono vivi perche ho aperto un uovo e ancora non era tutto formato cosa e puo essere successo che sviluppano lenti grazie in anticipo

Andrea Mangoni ha detto...

ciao Roberto,
se il pulcino era ancora non del tutto formato ma vivo può significare che la temperatura ambiente era troppo bassa o che l'incubatrice non è riuscita a portare in temperatura l'ambiente interno. Ancora, uova tenute più di una settimana in attesa di essere incubate possono schiudere dopo 21, 23, 25 giorni!
se il pulcino invece era morto significa che il suo sviluppo si è bloccato a metà per qualche motivo: magari una mancanza di corrente senza che te ne accorgessi.
ciao e in bocca al lupo con la prossima incubata, nel frattempo se non l'hai già fatto evita di tirare fuori le uova e anzi continua ad incubare per qualche altro giorno. ciao!

Eduard Mihai ha detto...

in che modo dovrai posizionare le uova e la umidità come la controllo in un incubatrice fai da te ?E in 20 giorni di uso costante di una lamp. di 40W ala fine quanto dovrai pagare ala luce? (io uso un potenziometro per regolare la temp.)

se mi rispondi a queste domande sei un grande!!!!!!!!!!!

Andrea Mangoni ha detto...

Ciao Eduard, mi spiace... non sono un grande! Infatti non posso rispondere a tutte le tue domande ma solo a parte di esse. Le uova le disponi orizzontali come nella covatutto 16 e procedi allo stesso modo nel voltarle, per l'umidità procurati un igrometro affidabile per registrare l'umidità ambientale e metti in incubatrice una serie di vaschette per l'acqua, prima una piccola e provi l'umidità ambientale dopo qualche ora, poi una più grande, e così via fino ad ottenere un'umidità del 50-52% in incubazione e del 58-60% in fase di schiusa (ultimi 3 giorni). non so dirti invece quanto pagherai di corrente, l'unico consiglio è quello di verificare il consumo giornaliero, quindi di lasciare tutto accesso un giorno e di fare due conti in base alla bolletta... in bocca al lupo con la tua incubatrice artigianale!

Eduard Mihai ha detto...

Grazie tante !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Eduard Mihai ha detto...

Pero gli ultimi 3-2 giorni le uova devono essere posizionate in verticale con la bolla d'aria in su per far respirare i pulcini,giusto?

Anonimo ha detto...

ciao andrea mi è natu un pulcino ke presenta vicino al culetto tipo una vescichetta rossa chepende cosa puo essere ???

Andrea Mangoni ha detto...

@Eduard: puoi anche lasciarle orizzontali con solo un piccolo sostegno (es. pezzetto polistirolo) sotto il polo ottuso. l'importante è che siano stabili e che non rischino di cadere!
@Anonimo: immagino si tratti dei resti del sacco vitellino che non si è ancora del tutto assorbito. In generale vuol dire che il pulcino è uscito dall'uovo un po' troppo presto, ma di solito non comporta particolari problemi. ciao!

Anonimo ha detto...

andrea questa vescichetta si è scurita ma nn è caduta il pucino mangia mi sembra abbastanza in salute c'è pericolo secondo te cmq scusa nn mi sono presentato sono salvo dalla sicilia!

Anonimo ha detto...

andrea sono sempre salvo il pulcino cresce e sembra sia in salute volevo chiederti si può usare una lampadina abasso conumo ed ottenere gli stessi risultati se si ke lampadina grazie per l'aiuto!

roberto ha detto...

ciao andrea sono roberto volevo dirti che con la covatutto 16 mi sono schiuse solo 2 uova e gli altri sono morti nell uovo volevo sapere dove sbaglio io faccio per i primi 18 giorni ogni 2 giorni riabbocco la ciotola centrale e giro le uova mattina e sera e gli ultimi 3 giorni riempo la seconda vaschetta e non giro piu le uova e la temperatura la tengo un po piu altina da 100 farinait grazie in anticipo

Andrea Mangoni ha detto...

@Salvo: di certo il pulcino ha riassorbito il sacco vitellino e ora sta perfettamente bene. no, non puoi usare quelle a basso consumo perché sono fatte in modo di non dissipare calore quanto quelle tradizionali. questo è vantaggioso in casa ma non nell'incubatrice manuale di questo tipo che si basa proprio sulla dissipazione di calore per raggiungere la temperatura necessaria alle uova!
@Roberto: in teoria non fai nulla di sbagliato, ma bisogna tener conto che l'incubazione non è una scienza esatta, e l'esito può dipendere da molte variabili: razza, dimensione delle uova, modo di girare le uova, età dei riproduttori, delicatezza del ceppo, eccetera. dal punto di vista tecnico ti posso solo consigliare di acquistare un termometro molto preciso e di misurare la temperatura esatta a livello delle uova in maniera da poter tarare correttamente il termometro della covatutto. Inoltre potresti provare a prendere un igrometro per misurare l'umidità ambientale reale. queste sono norme valide in generale per qualunque incubatrice quando non si ottiene un risultato accettabile. ciao!

roberto ha detto...

grazie andrea della disponibilita e delle spiegazioni molto facili da seguire ma che termometro e igrometro mi consiglieresti e

Andrea Mangoni ha detto...

non so dirti gli igrometri, ma tra i termometri i più affidabili sono quelli da orecchio per bambini che possono essere usati per misurare l'esatta temperatura del guscio delle uova semplicemente posandone sopra la punta. ciao!

Anonimo ha detto...

Buongiorno Andrea sono il ragazzo dei Sumatra non so se ti ricordi?io e mio cognato alla fine abbiamo optato per l'incubatrice,ho una domanda;l'incubatrice ha delle vibrazioni possono creare problemi alle uova?ciao grazie

diego ha detto...

ciao, mi chiamo diego.
inanzitutto complimenti per il sito....davvero completo!
qualche giorno fa mi hanno regalato delle uova fecondate ed ho comprato la covatutto 16.
l'ho impostata come descitto e per ora che sono quasi al 4 giorno tutto bene, ma avrei una domanda da farti.
l'incubatrice l'ho messa nella mia mansarda, e lunedì quando ho iniziato, la temperatura dell'ambiente era di 19 gradi e umidità tra il 55 e 60%. Adesso con il bel tempo ovviamente le temperature si alzano e penso che al termine della schiusa(se non accendo il clima ma credo che sia meglio di no)penso che arriverò a toccare i 25 26 gradi di temperatura!
credi ci possano essere problemi con questa escursione o e meglio che la trasferisca in un altro ambiente della casa dove la temperatura resta più bassa?
grazie mille

Andrea Mangoni ha detto...

@Anonimo: le incubatrici sono strutturate in maniera che le loro eventuali vibrazioni non abbiano a ledere le uova, ma se sei timoroso in tal senso potresti porla su uno strato di materiale isolante che le assorba, ad esempio polistirolo.
@Diego: non credo che tu debba avere troppi problemi per la temperatura di per se, ma le escursioni termiche possono in qualche caso risultare dannose o comunque cambiare l'esito della covata. Se hai la possibilità di metterla in un'altra sala con temperatura più uniforme, meglio!

Anonimo ha detto...

grazie ancora per la tua disponibilita.gentilissimo!

Anonimo ha detto...

ciao volevo un'informazione è più di un'ora che ho acceso la mia incubatrice covatutto16 ma la lampadina è sempre accesa e il termostato dell'incubatrice non si muove per niente la lancetta e non è ancora arrivato a 100°F, però il termometro digitale mi indica 37.65. E' una cosa normale o devo fare qualcosa grazie mille!! massimo76

Andrea Mangoni ha detto...

ciao, no, non èesattamente normale. se la lampada non inizia a lampeggiare vuol dire che o il termostato è rotto o la temperatura ambiente della stanza è troppo bassa e la lampadina non riesce a scaldare a dovere tutto.
sei sicuro del valore indicato dal termometro? Forse dovresti provare con un altro ancora.
ciao!

Anonimo ha detto...

ciao andrea adesso sono riuscito a tararla ma da quando la lampadina si spegne a quando si riaccende la temperatura scende di un grado, è meglio alzarla a 38°?
oppure da 36.5° a 37.5°? massimo76

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea :)
Ieri sono nati i pulcini, avevo messo 11 uova e ne sono nati 7.
Però ho notato che c'erano tre uova bucate,ho provato a sentire i pigolii ma non si sentiva niente, allora ho aperto delicatamente le uova e ho visto che erano morti tutti e tre...Cosa gli può essere accaduto secondo te??

Andrea Mangoni ha detto...

@Anonimo 1: non riesco a capire bene il senso della domanda, abbi pazienza! tra le due ti direi 38°C.
@Anonimo 2: di norma i pulcini che muoiono al momento di bucare sono troppo deboli per motivi derivanti da problemi di temperatura o umidità durante l'incubazione.

Anonimo ha detto...

ciao Andrea...Avrei bisogno gentilmente di una tua informazione...da poco ho acquistato un Covatutto7...gia messo in funzione e con le uova al suo interno...la luce ora sta lampeggiando continuamente credo come da norma...la mia domanda è sapere se si puo decidere il sesso di ogni uovo?Esite un metodo per non far uscire tutte femmine o maschi?
Grazie attendo tua risposta
Mario

Andrea Mangoni ha detto...

ciao Mario, no, non è possibile decidere il sesso di un pulcino! Se fosse altrimenti, non ci sarebbe lo sterminio dei pulcini maschi delle ovaiole che vengono triturati vivi alla nascita. il sesso dell'embrione si decide al momento della fecondazione dell'uovo. ciao!

romina cossati ha detto...

ciao andrea , abbiamo una domanda da neofili: le uova dobbiamo posizionarle in orizzontale ma con il polo ottuso più alto? o cosa.... grazie
oliviero

Andrea Mangoni ha detto...

ciao, le uova vanno posizionate in orizzontale, per alzare il polo ottuso dovreste mettere qualcosa sotto e si farebbe tutto molto più complicato. ciao!

romina cossati ha detto...

grazie , ultime domande ( per ora...) una volta nati i pulcini devo togliere subito i gusci rotti ? non ci sono problemi se apro l'incubatrice e si abbassa la temperatura ?quando poi i pulcini sono fuori dall'incubatrice a che tmperatura devono stare? quanti gg ? grazie !!!!

romina cossati ha detto...

ciao sempre oliviero...aspettando una tua risposta ne approfitto per chiedere alcune conferme:
ho capito bene che tu consigli di mettere l'acqua nel contenitore piccolo all'inizio edi rabboccarlo solo dopo 7gg e poi il 14° riempi anche il contenitore più grande ?
per ultimo data la tua esperienza dove si possono trovare uova fecondate? io abito sul lago di Garda.
grazie di tutto !!! oliviero

Andrea Mangoni ha detto...

ciao, no, non c'è problema se apri per eliminare i gusci, ma fallo solo una volta al giorno. fuprio dall'incubatrice i pulcini devono stare a circa 37-38°C da portare a 20°C gradatamente entro 20 giorni.
Io consiglio di fare esattamente come hai scritto, acqua il primo giorno nel contenitore piccolo, acqua il 7° giorno nel copntenitore piccolo, acqua il 14° giorno nel contenitore piccolo, acqua in entrambi i contenitori dal 18° giorno. poi valuterai tu in base all'umidità ambientale del locale se valga o meno la pena rabboccare più spesso.
Uova fecondate... io non ho un elenco di allevatori di tutta Italia, ma se ti iscrivi al forum di cocincina (http://cocincina.freeforumzone.leonardo.it/ avrai accesso a una banca dati di allevatori di tutta Italia con le razze allevate ed eventuali disponibilità. Il mio consoglio è sempre però quello di acquistare due buoni riproduttori e incubare le proprie uova. ciao!

romina cossati ha detto...

ciao andrea,
sono sempre oliviero, oggi un po deluso per una prima esperienza deludente= nessun pulcino nato...dovuta secondo me a una temperatura troppo alta. dopo varie prove della temperatura sono arrivato a delle conclusioni: è plausibile che ci siano temperature diverse a seconda che il termometro sia a livello delle uove ( 39,5°) oppure sul fondo dell'incubatrice ( 38 ) mentre il termometro della covatutto mi da 100,7 Farenheit.tutto questo con incubatrice vuota. tutto questo è normale ? posso procedere con un nuovo tentativo ?grazie mille oliviero

Andrea Girotto ha detto...

ciao andrea
circa a metà ottobre ho preso una coppia(gallo+gallina) di galline di padovane a mio nonno e poi visto il costo elevato ho pensato di farle riprodurre.Quando le ho acquistate avevano circa 4-5 mesi. A fine novembre la gallina ha cominciato a fare le uova e vedendo un paio di volte che il gallo si accoppiava con lei mi sono acquistato subito una "covatutto 24" per covarle. Dopo aver scartato le prime 3 uova ho provato ha mettre quelle dopo in incubatrice. Durante l'incubazione ho fatto la speratura un paio di volte ma non si vedeva molto. Al 21° vedendo che non succedeva nulla le ho aperte aspettandomi almeno l'embrione morto. Invece mi si è presentato un uovo normalissimo (che mi potevo fare una frittata).Anche le altre uova che messo in incubatrice dopo mi sembrano identiche a quest'ultime. Mi sai dare una motivazione di questa cosa? cosa posso aver sbagliato? sono troppo giovani? il periodo è sbagliato?
Grazie ciao

Andrea Mangoni ha detto...

Ciao, il periodo non era l'ideale, ma in generale se un gallo copre le galline di solito è in grado di fecondarle a prescindere dal mese o dal clima.
credo piuttosto che sia stata l'inesperienza del gallo a farsi sentire.
vedi, i galli hanno sì l'istinto ad accoppiarsi, ma se non hanno un esempio concreto osservando altri galli che lo fanno, nei primi tentativi di accoppiamento vanno un po' a casaccio e non sempre riescono a fecondare le galline. di solito la trasmissione del seme è avvenuta quando la gallina sollevandosi dopo il rapporto si da una sana scrollatina alle penne. quando invece resta lì come se aspettasse ancora qualcosa, allora le cose non sono probabilmente andate bene.
non dovrebbe essere nulla di grave, vedrai che col tempo il tuo gallo affinerà la tecnica e feconderà a dovere la sua compagna.
a presto e buona giornata!

ALIVAR ha detto...

Ciao, Ho girato le uova anche il 19mo giorno... succede niente?

Andrea Mangoni ha detto...

no, non temere, non succede nulla di particolare. solo adesso non girarle più!

Anonimo ha detto...

Ciao, Complimenti

Anonimo ha detto...

ciao scusa per il disturbo ho appena comprato una covatutto 16 e ho letto le tue istruzioni a me la lampadina di accende quando e sul 100f e si spegne quando e sul 101 va bene cosi?

Andrea Mangoni ha detto...

...sì, dovrebbe andare bene così!

Chiara ha detto...

Ciao, ho comprato una covatutto 16, nelle istruzioni dicono di staccare la spina ogni volta che la si apre per evitare sbalzi termici. E'davvero necessario? io per scrupolo l'ho fatto ma non credo che serva a molto.
Grazie in anticipo.
Chiara

Andrea Mangoni ha detto...

No, infatti non è strettamente necessario. Puoi senza problemi lasciarla attaccata.

Chiara ha detto...

grazie 1000! Sono al quarto giorno di incubazione con 12 uova di moroseta nana, speriamo bene! il termometro si spegne un po' sotto i 102F e si accende un po' sopra ai 100F. E' stabile li, incrocio le dita. :)

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea sono nuovo e leggendo i tuoi post ho provato a incubare delle uova.tutto ok uova fecondate speratura fatta tutto ok l embrione va avanti l unico problema è che tutti. I giorni spero le uova per paura di una morte embrionale. Solo ora ho letto che è. Sbagliato,scusa la domanda stupida credi che ho compromesso l incubata. O sono ancora in tempo smettendo di sperare le uova grazie alex

Anonimo ha detto...

ciao Andrea. Ho acquistato una covatutto 16 e seguendo rigorosamente TUTTI i tuoi consigli ho provato a incubare 12 nostrane di Morozzo.Ora ho 8 splendidi pulcini in piena forma. Grazie mille e complimenti x il tuoi libro" il pollaio per tutti",che ho divorato in una sera.
Assolutamente imperdibile.Grazie
Michele

Chiara ha detto...

Ciao, volevo un consiglio veloce, stanno nascendo i miei pulcini di moroseta, il primo ieri sera tardi al ventesimo giorno. Quelli nati ieri sera e' meglio che li sposti nella scatola stasera(visto che sarebbero gia' passate le 24 ore) o li lascio tutti assieme e li trasferisco dopo che anche l'ultimo nato e' stato 24 ore nell'incubatrice?
Non vorrei che togliendo i primi nati si andasse a compromettere quelli ancora chiusi nelle uova ma allo stesso tempo ho paura che mi muoiano di sete/fame stando piu' di 24 nell'incubatrice.
Grazie in anticipo!

Andrea Mangoni ha detto...

Scusate per il ritardo con cui vi rispondo!

@Alex: sì, non è bene sperare le uova tutti i giorni. dipende per quanto tempo l'hai fatto, ma sì, potrebbe aver compromesso lo sviluppo di alcune uova. Smetti di sperare le uova e incrocia le dita!

@ciao Michele, felice che le cose siano andate bene e che questo articolo ti sia stato utile!
Grazie anche per i complimenti per il libro!

@Chiara: in generale un pulcino può resistere fino a 36-48 ore in incubatrice senza cibo né acqua, ma se puoi spostali dopo 24 ore. è meglio così, perché comunque muovendosi potrebbero rendere difficile la schiusa degli altri pulcini. se togli i pulcini mano a mano che nascono aprendo l'incubatrice al massimo una volta al giorno vedrai che non succederà nulla. ciao!

Chiara ha detto...

Ciao, siccome mi sono stati molto utili i tuoi consigli ne approfitto per un altra domanda, i miei pulcini ora hanno 15 giorni e stanno mettendo le penne sulle ali. All'aperto sono giornate calde, sui 20 gradi e all'interno (dove ho sistemato la scatola con la lampada ad infrarossi)sui 22-23 gradi. Credi che si possa iniziare a spegnere la luce durante la giornata e riaccenderla in serata per tutta la notte?
Ti ringrazio nuovamente della disponibilita'.

Andrea Mangoni ha detto...

sì, puoi provare, ma credo dovresti vedere prima come si comportano gli animali. se togli la luce e rimangono ammassati uno accanto all'altro per la maggior parte del tempo, vuol dire che hanno freddo, e che sarebbe meglio rimettere la lampada. se vedi che invece gironzolano tranquilli un po' dappertutto, puoi continuare a tenerla spenta. ciao!

Alessandro ha detto...

Ciao Andrea, vorrei farti una domanda anche io... Vado ad incubare in una covatutto 7 delle uova di oca. 3 per la precisione, per aumentare la probabilità di cavarne fuori qualcosa! Hai dei consigli per quanto riguarda le uova di oca? Temperatura e umidità per esempio! Grazie mille in anticipo, buona serata!

Andrea Mangoni ha detto...

ciao alessandro, no, non sono pratico. posso solo dirti che in genere alle uova di anatidi è bene offrire un'umidità superiore e anche eventualmente spruzzare una volta al giorno sulle uova stesse dell'acqua tiepida con un vaporizzatore. mi spiace ma non sarei dirti di più! ciao!

gino ha detto...

ciao,per motivi di budget,sono indeciso se acquistare la real 12 automatica o la real 24 semiautomatica hanno lo stesso prezzo.mi attira la real 12 solo perché ha il girauovo ma non vorrei fosse piccola.non ho molte pretese ma mi piacerebbe allevare pochi capi ma di razze diverse.quale mi cosiglieresti?
Ti ringrazio e ti saluto

Andrea Mangoni ha detto...

ciao, dipende tutto dalle tue disponibilità di tempo. per me l'uso del girauova automatico è quasi imprescindibile, non riuscirei a fare altrimenti. ma se devi scegliere una macchina che ti permetta di fare pochi pulcini di diverse razze, per avere la certezza di avere maschi e femmine delle varie razze ti conviene usare la 24. In questo caso dovrai girare le uova manualmente circa 6-12 volte al giorno per avere risultati ottimali.

gino ha detto...

scusa se insisto ma c'e' un tempo prestabilito per girare le uova o vengono girate a caso ( te lo chiedo per la notte).Grazie tante

Andrea Mangoni ha detto...

l'ideale è distanziarle uniformamente nelle 24 ore. per questo l'deale è il girauovo che lo fa 12 volta al giorno. altrimenti un ottimo compromesso è girare le uova 6-8 volte tra le 8 del mattino e le 10 di sera

gino ha detto...

MILLE GRAZIE.
CIAO

maria ha detto...

buongiorno Andreia,vorei sapere : la lampadina deve stare acesa o spenta?grazie

luca ha detto...

ciao andrea!! io ho una covatutto novital 12 eco...ieri ho incubato delle uova con tutti gli accorgimenti suggeriti da te!! ;) poi ho messo un igrometro per verificare il tasso di umidità...è digitale e nn capisco se si riferisca all'interno o all'esterno dell'incubatrice...e mi dice che è al 60% di umidità! avevo letto da internet che doveva essere intorno ai 52%...come posso fare per abbassarla...e senti un'ultima cosa anche nella covatutto 12 vale il fatto di rimboccare il compartimento centrale dell'acqua dopo una sett?? perchè sulle istruzioni c'è scritto ogni 2 giorni!!
anche il fatto di riempire il compartimento b al 18 giorno va bene o è diverso!!
scusa delle mille domande! grazie mille a presto!!!

Andrea Mangoni ha detto...

@Maria: la luce deve accendersi e spegnersi in continuazione.
@Luca: l'umidità è regolata dalla quantità di acqua che metti nella vaschetta. quindi se vuoi abbassarla devi diminuire la frequenza dei rabbocchi. in ogni caso al 18° giorno va aggiunta acqua alla seconda vaschetta. ciao!

luca ha detto...

grazie mille per la risposta...ho tolto l'acqua e l'igrometro mi segna 77% possibile??

Andrea Mangoni ha detto...

francamente credo che l'igrometro in questione non sia affidabile...
comunque sia ricordo a tutti che in questi giorni non ho accesso regolare a internet. ciao!

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea sono alla mia prima esperienza... penso di aver commesso molti errori, il. Primo e' stato quello di aver rotto il termometro dell'incubatrice covatutto16 e l'ho sostituito con un termometro al mercurio, che mi segnava una temperatura di 38,5 g, altro sbaglio ho provato a sperare le uova piu' volte ma non riesco a vedere nulla poi una sera non ho girato le uova cosa che faccio due volte al giorno, i pulcini dovrebbero nascere intorno al 12 agosto, cosa dici aspetto per vedere cosa succede o mi conviene togliere le uova e ricominciare tutto?? Grazie. Adele

Andrea Mangoni ha detto...

ciao Adele, mi pare strano che tu non riesca a vedere nulla con la speratura. Hai seguito le indicazioni che ho dato in questo post?
mi preoccupa la rottura del termometro, quelli al mercurio normali non sono abbastanza accurati nè tarati per i bisogni di un'incubatrice... io ti consiglierei di tentare dichiamare l'assistenza novital per sostituire il pezzo. comunque sia ora come ora continua l'incubata e vedi cosa succede! E' la cosa migliore da fare. in bocca al lupo!

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea scusa se ti rispondo solo ora ma sono stata super impegnata comunque sono nati 8 belissimi pulcini su 10 e crescono a vista d'occhio. Ho visto il prezzo del termometro ma purtroppo non ho la possibilita' di acquistarlo costa troppo :'( ora ho messo 12 uova e sto provando a controllare la temperatura con un termometro digitale che controlla la temperatura sia fuori che dentro l'acqua e sto mantenendo la temperatura a 37,8 gradi circa ho fatto la speratura e ne vedo 10 su 12, ho aggiunto anche un'uovo di germano reale speriamo che vada tutto bene dovrebbero nascere l'8 settembre ti faro' sapere . A presto
Adele

Andrea Mangoni ha detto...

ciao Adele, sono felice che tutto sia andato bene. ci sentiamo presto allora, con le novità della prossima schiusa! ciao!

Anonimo ha detto...

Salve vorrei fare una domanda un po stupida, posso usare il termometro al mercurio che si usa per la febbre per prendere la temperatura dell 'incubatrice?
Grazie Simone

Andrea Mangoni ha detto...

ciao, mi spiace ma no, non si può usare il termometro medico per misurare la temperatura dell'incubatrice, non è abbastanza accurato!

Unknown ha detto...

Salve
Ho un problema con la cova che mi assilla da anni!
I pulcini arrivano regolarmente a fine cova e regolarmente incominciano a forare il guscio più o meno tutti insieme ma una volta forato il più delle volte non riescono a nascere e muoiono nel guscio.
La temperatura di solito la alzo di 0,5 gradi rispetto tutto il periodo di cova portandola a 38°C e l'umidità la mantengo fino al 18 giorno al 60% aumenandola poi fino al'80-90%, meno noto i gusci troppo duri.
Ho anche una ventola nel''incubatrice che mi rende l'aria uniforme, gira molto piano e l'aria non è diretta sull'uovo, tuttavia la spengo prima della schiusa per evitare che possa seccare il guscio e quindi indurirlo.
Dove sbaglio?
Perchè mi forano l'uovo e poi non nascono?
Grazie.
Raffaele

Jekyll ha detto...

Salve ho un incubatrice auto costruita e cerco un termostato da metterci, sapresti consigliarmene uno? grazie in anticipo

Andrea Mangoni ha detto...

@Unknow: primo: che modello di incubatrice hai? secondo: che razze sono le galline? Io ti consiglierei di usare valori meno stressanti per l'embrione, una temperatura massimo di 37.8-37.9°C e valori di umidità inferiori. se il pulcino non riesce a uscire vuol dire che ha esaurito le sue energie durante lo sviluppo, io comunque di default alla prossima incubata "infelice" inizierei ad aiutare i piccoli rompendo delicatamente il guscio lungo la circonferenza passante per il buco fatto dal becco del pulcino, lasciando intatte le membrane sottostanti. in questo modo renderai più semplice il loro lavoro.
@Jekyll: non saprei aiutarti, ma nel Forum di Agraria.org trovi diverse discussioni riguardanti incubatrici autocostruite, ad esempio La mia incubatrice artigianale autocostruita e Incubatrice artigianale vta-3a; forse qui troverai dei suggerimenti validi.

BSTH ha detto...

Jekyll: Io utilizzo termostati Eliwell o simili, ce ne sono molti in commercio e di prezzi diversi, funzionano con una sonda a parte che io metto in mezzo alle uova. La regolazione è del decimo di grado e l'escursione termica è pochissima.

BSTH ha detto...

Andrea Magnoni:
l'incubatrice è fatta in casa, è la terza di svariate prove che ho fatto tutte molto diverse nella concezione di riscaldamento e distribuzione temperatura nel tentativo di imitare il più possibile la cova naturale.
questi gli accorgimenti di quella attuale:
Creata con la parte superiore di un frigo (congelatore) ho inserito al suo interno ina resistenza elettrica di bassa potenza fissata su di una piastra di alluminio sottile che ne amplifica in modo uniforme il calore. Sopra la piastra ho messo una ventola ricavata da un vecchio microonde che ho fatto girare molto piano con un regolatore di velocità.
Appoggiata sul fondo c'è una vaschetta dell'acqua con all'interno un evaporatore che entra in funzione regolato da un umidostato solo quando l'umidità scende troppo bassa, normalmente si ha circa il 60-65% di umidità solo con l'evaporazione dell'acqua.
La temperatura è regolata da un termoregolatore con ottimizzazione del mantenimento della temperatura impostata (essa varia al massimo di 1 decimo di grado).
La temperatura che tengo durante tutta la cova è di 37,6°C e l'umidità sul valore da 60 a 65%.
due giornio prima della schiusa aumento l'umidità al 80-90% e la temperatura a 38°.
Questi valori li ho cambiati all'inverosimile nel corso delle decine di covate che ho fatto nel tentativo di trovare l'ideale che simulasse la cova in natura.
Ho fatto nascere quaglie, fagiani,anatre ma sopratutto covo uova di gallina e francesino, sono quest'ultime che mi danno più problemi, quelli che ho descritto nel messaggio precedente.
Essendo un ambiente piuttosto stagno quello dell'ex congelatore, ho inserito una pompetta da acquario per iniettare ossigeno in piccole dosi durante la nascita.
Durante la cova invece l'apertura della porta due o tre volte al giorno per girare le uova è sufficiente per ricambiare l'aria all'interno.
Uso anche particolare premura nell'evitare di toccare le uova con mani unte per non ostruire i pori del guscio.
Il problema iniziale rimane, muoiono quando iniziano a beccare il guscio.
Nell'ultima cova ne ho aiutati a nascere con la rottura del guscio almeno 7 ma se rompo solo il guscio senza la pellicola interna come mi hai scritto, non risolvo il problema, il pulcino non riesce ad uscire, la pellicola che lo ricopre si indurisce e fa da camicia di forza.
Ho notato un maggior vigore portando la temperatura a 39° durante la nascita ma mi sembra molto!
Premetto che sia termostato che umidostato sono tarati con uno strumento di riferimento.

cesare ha detto...

ciao a me hanno regalato una covatutto12 eco valgono i tuoi consigli o devo fare qualcosa f'altro?

Andrea Mangoni ha detto...

Cesare: sì, dovrebbe essere lo stesso ma ti conviene fare delle prove per il discorso della temperatura, potrebbe essere che sia meglio non settare il termometro a 101°F.

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 247   Nuovi› Più recenti»