sabato 24 settembre 2016

L'anatra Germanata Veneta.

L'anatra Germanata Veneta, rustica e produttiva. Soggetti di Gianni Uliana.

Tra le razze avicole venete, l'anatra Germanata Veneta è certo una di quelle che più ha saputo trovare diffusione grazie alle sue eccellenti doti produttive. Come altre razze di anatre, anche la Germanata Veneta è il risultato della selezione di gruppi di germano reale (Anas platyrhynchos) da parte della popolazione locale. In questo caso, però, i contadini veneti che l'hanno lentamente selezionata, generazione dopo generazione, sono riusciti ad ottenere animali molto produttivi, di taglia molto maggiore rispetto alla controparte selvatica e buona produttrice di uova.

Maschio di anatra Germanata Veneta. Soggetti di Gianni Uliana.

La livrea della razza riprende in maniera fedele quella del gemano reale. Il maschio ha capo verde smeraldo lucente, petto e collo bruno-marrone, con un anello bianco alto circa 1 cm e incompleto (non chiuso dietro) a dividere il collo dalla testa. Il dorso è grigio anteriormente e nero posteriormente, i fianchi grigio perla, la coda marrone scura o nerastra. Le ali sono grigie, con un vistoso
specchio alare blu metallico orlato di bianco. Il becco è verdastro. 

Femmina di anatra Germanata Veneta. Soggetti di Gianni Uliana.

La femmina è marrone chiaro con un disegno scuro a maglie su peto e dorso, e una vistosa linea oculare. Le ali presentano anche in questo caso lo specchio blu lucente. Il becco è arancio-bruno, più scuro superiormente. 

Maschio di Germanata Veneta con livrea non completa. Soggetti di Gianni Uliana.

La Germanata Veneta è una razza a duplice attitudine, che unisce una buona produzione di uova (fino a 120-150 l'anno) con una buona mole (3 Kg nei maschi e 2,7 Kg nelle femmine). Come per tutte le altre razze di anatra derivanti dal germano reale, l'incubazione dura 28 giorni. La razza ha mantenuto peraltro l'istinto alla cova, per cui si presta bene ad essere allevata in maniera rustica e naturale. Si tratta di animali frugali e abituati da sempre ad essere allevati all'aperto tutto l'anno, ottimi quindi per valorizzare terreni dismessi, specie se vi sono presenti piccoli specchi d'acqua. 

Femmina di Germanata Veneta vicino al nido. Soggetti di Gianni Uliana.

Capita ancora spesso di vedere soggetti con difetti evidenti. In particolar modo, tra i difetti di livrea spicca il caso dei maschi con collarino bianco totalmente assente e/o con petto grigio, senza l'ampia zona marrone così caratteristica. Tra le femmine, alcuni esemplari hanno testa troppo scura e becco arancio. Ben più preoccupante la diminuzione di taglia che si può osservare in molti ceppi, con capi sottopeso rispetto allo standard. Certamente è necessario tornare a fare un'attenta selezione per questi caratteri. 

Maschio di Germanata Veneta con evidenti difetti di colorazione: assenza di anello bianco sul colo e petto quasi del tutto grigio.

L'anatra germanata veneta attualmente è stata riconosciuta come razza autoctona italiana ed è stata inserita nel progetto dei registri anagrafici dell'AIA. Era del resto anche già stata oggetto di riconoscimento da parte dell'Entente Européenne d'Aviculture. 

*****

LETTURE IN TEMA

. .
. .

Nessun commento: