giovedì 19 dicembre 2013

Avicoltura - Far nascere o no i pulcini in inverno?

Un pulcino nato in pieno inverno. Davvero è impossibile allevare i pulcini in questo periodo?


In questa stagione arrivano regolarmente mail di persone che mi chiedono il motivo di un'incubata andata a male, e ultimamente alcune di loro si sono sentite dire, chiedendo consiglio a persone più "esperte", che le cose sono loro andate male perché questa "non è stagione per incubare". Ma è davvero così? Può valere la pena far nascere dei pulcini in questa stagione? E se sì, perché?

L'ultima schiusa del mio allevamento, 11 novembre 2013. Ad oggi i pulcini hanno superato il mese e stanno benone.

Innanzitutto, vediamo di chiarire una cosa. In  un ambiente controllato, con parametri di temperatura e umidità stabili, l'utilizzo dell'incubatrice per la schiusa artificiale delle uova può essere affrontato in qualunque
momento dell'anno. I problemi iniziano quando le incubatrici non vengono tenute in casa, ma in garage o altri locali non riscaldati. In questo caso i modelli più semplici o economici, privi di coibentazione, non garantiscono un'adeguata temperatura all'interno della macchina e le uova non possono svilupparsi adeguatamente. Spesso i problemi sorgono al momento della schiusa, con uova che maturano in ritardo e pulcini che muoiono nell'uovo. Per rimediare basta di solito incubare in locali con una temperatura minima di almeno 16°C. Alcuni tengono invece l'incubatrice in casa ma in un ripostiglio o in un armadietto poco areato: in questo caso è proprio la mancanza di un'adeguata areazione a produrre effetti deleteri sull'incubazione delle uova.

In mancanza di una madre artificiale, persino una lampada da scrivania e una scatola di cartone con della rete metallica possono permettere di allevare dei pulcini con successo.

Se avrete tenuto l'incubatrice in un locale per lo meno tiepido e ben areato, e se avete seguito le istruzioni della vostra macchina, dovreste essere riusciti ad avere una buona schiusa. I pulcini potranno essere felicemente allevati in un'allevatrice, con lampada riscaldante annessa. Se proprio non ne avete di disponibili...  Niente paura! potete utilizzare una scatola di cartone, magari coibentandola esternamente con uno strato di polistirolo leggero; superiormente potrete chiuderla con rete metallica a maglie di 1x1 cm, e gli animali potranno essere riscaldati con una lampadina a incandescenza di wattaggio adeguato. 
Ma veniamo ancora alla domanda iniziale: conviene far nascere pulcini in questo periodo? A mio parere, specie se allevate razze di grandi dimensioni, sì. Ne abbiamo già parlato in passato: facendo schiudere le uova in inverno, i pulcini avranno davanti a se tutta la primavera per accrescersi con un fotoperiodo favorevole, e potranno raggiungere pesi altrimenti impensabili se nascessero più tardi nel corso dell'anno. Inoltre, utilizzando un'integrazione luminosa nei primi mesi di vita, i pulcini si accresceranno bene anche se nati a ottobre o novembre, diventando grandi e forti.

ALTRE LETTURE INTERESSANTI

 .  . 
 .  . 

2 commenti:

Unknown ha detto...

Ciao Andrea. Io ho sperimentato l'incubata invernale con una macchina nuova, tra le più pubblicizzate e senza coibentazioni particolari. La prima volta, in novembre, è andata malissimo (su 13 uova nessuna schiusa, con pulcini morti nell'uovo); la seconda volta (gennaio) ho incubato in un locale più caldo ma, per avere 5 schiuse su 10, ho dovuto aumentare di un grado la temperatura consigliata dalla casa costruttrice. Insomma sono tutt'altro che soddisfatto. Manderò in assistenza l'incubatrice ma credo di aver scelto la macchina sbagliata :(

Andrea Mangoni ha detto...

ciao,
non so che incubatrice hai usato ma ci dici una cosa importante: non era coibentata. domanda: a quali temperature l'hai fatta lavorare? Una incubatrice non coibentata lavora bene tra i 18 e i 22°C; sotto il rischio di perdere tutto è alto. poi, quante uova tiene al massimo, e quante ne hai messe? Anche questo è importante. infine c'è il discorso umidità, com'era nell'ambiente di lavoro? le uova derivavano da che riproduttori, con che grado di parentela? queste informazioni possono aiutare a capire cos'è andato male. ciao e a presto!