Il giardino naturale - La nigella (Nigella damascena)

Fiore di Nigella damascena. Foto di Andrea Mangoni.
Lo ammetto, non conoscevo la delicatezza del fiore della nigella, i suoi petali azzurro cielo, la corolla che sembra intrappolata in un fitto merletto. O meglio, la conoscevo dalle pagine dei libri , ma non l'avevo ancora mai vista. Me l'ha portata una delle mie studentesse del Corso di Botanica e Giardinaggio dell'Università Popolare di Camponogara, un anno fa, in un mazzolino che includeva anche garofanini imperiali e altri fiori delicati e bellissimi. In seguito l'ho ritrovata in un cortile abbandonato a pochi chilometri da casa mia, e lì ho avuto modo di capire come essa si sia guadagnata il nome inglese di "love-in-a-mist", ovvero di "Amore in una nebbia": i fiorellini azzurri sembravano comparire e scomparire in una nebbia di brattee sottili come capelli. L'effetto di leggiadria era amplificato dai suoi compagni d'avventura in quella particolare location: equiseti sottili e rade graminacee con spighe dorate. 

Fiori, steli e boccioli di Nigella damascena. Foto di Andrea Mangoni.
La nigella (Nigella damascena) è una ranuncolacea annuale che può raggiungere i 50 cm d'altezza, anche se
spesso si attesta sui 30-40 cm. Presenta sepali azzurri delicati, da 5 a 25 per fiore, che possono essere azzurri, rosei, bianchi. se si eliminano i fiori mano a mano che appassiscono si potrà prolungare la fioritura di questa pianta che di norma fiorisce solo tra maggio e giugno. Un altro trucco è quello di scaglionare le semine, iniziando ad aprile e proseguendo fino a giugno per avere questa pianta in fiore per tutta l'estate. 

Bocciolo (a sinistra) e capsula seminifera (a destra) di Nigella damascena. Foto di Andrea Mangoni.
Al termine della fioritura i fiori lasciano il posto alle particolarissime capsule seminifere, che possono anche essere raccolte e messe ade essiccare per inserirle nelle composizioni di fiori secchi. Queste capsule contengono numerosi semi, che la pianta dissemina attorno a sé, con la conseguenza che il gruppo di nigelle tenderà ad aumentare di numero anno dopo anno, nonostante il ciclo vitale annuale della specie. I semi di Nigella damascena sono peraltro usati in erboristeria perché considerate simili per quanto riguarda le loro proprietà a quelli di N. sativa, congenere utilizzata per produrre il cumino nero. Pare che abbiano proprietà digestive, carminative, diaforetiche ed antielmintiche; sembra però che se assunti in eccesso possano essere tossici. 

Capsule seminifere di nigella tra graminacee ed equiseti. Foto di Andrea Mangoni.
La nigella ama terreni asciutti, drenati e ricchi; teme i ristagni d'acqua, e sopporta male i trapianti. Per questo l'ideale è seminarla direttamente a dimora, in posizione soleggiata o semiombreggiata, dove si rivela un ottimo riempitivo col suo fogliame variegato. Basta spargere il seme sul terreno e pressarlo leggermente, senza ricoprirlo.
Fin dal'epoca Elisabettiana la nigella damascena è una componente fissa dei cottage garden inglesi; tra le varietà più amate nelle terre d'Albione vi sono la 'Miss Jekyll', dai fiori nelle tonalità del bianco, blu e rosa; la 'Persian Jewels' e la 'Cambridge Blue' dai lunghi steli e i fiori doppi, ottima per offrirci fiori da taglio. Ne esiste anche una varietà nana, la 'Blue Midget', che difficilmente supera i 20-25 cm. Tutte mantengono la grazia e la bellezza di questa pianta, davvero splendida nella sua semplicità.
*****
LETTURE CONSIGLIATE

  .  . 
 .  . 
 .  .  

11 commenti:

Sabrina ha detto...

Bellissima!!! Dove si possono trovare i semi (Camoonogara e dintorni?).

Andrea Mangoni ha detto...

Ciao Sabrina! Io avevo trovato le piantine davanti ad una fabbrica abbandonata, poco prima di arrivare a Prozzolo, ma i semi non ci sono più... stanno iniziando invece a nascere le piantine.
Ho provato a trapiantarne una, non so se ce la farà ma speriamo... se vuoi (e se attechisce) ti tengo i semi. Puoi contattarmi via mail.
Se vuoi una ditta con cui mi sono trovato bene in passato è La Semeria, puoi acquistare on line i semi delle piante che ti interessano tra quelle del loro ricco catalogo. Il loro sito: http://www.lasemeria.it/shop/. ciao!

Vero ha detto...

Ciao Andrea, ti aspetto sul mio blog ... c'è un post che leggerai diverito :-) Buona Pasqua!

Andrea Mangoni ha detto...

Ciao Veronica! Certo, passo volentieri a leggere l'articolo. a presto!

Vera ha detto...

tranquillo se ti attecchisce una volta non te ne liberi più ;)

Andrea Mangoni ha detto...

lo spero proprio, Vera! è una piantina che mi piace moltissimo. la abbinerò ai garofanini e ad altre piantine fiorite. ciao e buona Pasqua!

manu' ha detto...

Ah bene!!contenta di sentire che La Semeria e' affidabile,mi sono fatta un mini regalino di Pasqua!!!
Come novita'del mese di Aprile hanno i semi di questo papavero azzurro dell'himalaya che e' bellissimo,ma non ancora acquistabile :( ciao

Andrea Mangoni ha detto...

ciao cara,
sì, vedrai che ti troverai bene! io ho preso verbena, cosmos e gittaione, li seminerò a breve. ciao!!

An Gelo ha detto...

è stupenda

Francisca Robertiña Gomes ha detto...

Bell'articolo!! E complimenti per il blog. Angelo mi ha consigliato questo link, ed eccomi qua.
La ditta semenziera che hai postato mi sembra molto seria, perchè noto che si possono fare anche piccoli acquisti!
Ciao.

Andrea Mangoni ha detto...

ciao Francisca, grazie per i complimenti!
Sì, io mi sono trovato molto bene con loro, sono davvero seri. A presto!