12 Maggio 2009: la migrazione della Vanessa.

Vanessa cardui si nutre su una salvia in fiore. Foto di Andrea Mangoni.

Dodici maggio scorso, sono al computer, scrivo, sono un pò stanco... alzo gli occhi alla finestra per guardare un pò il giardino e... rimango di sale.

Farfalle.

Come drappi di stoffa spezzata che abbiano preso vita, davanti ai miei occhi decine di farfalle attraversano da sud a nord la mia via. No, non decine: sono almeno una dozzina e più al minuto, e continuano a passare. Mezz'ora, un'ora, due. Cinque. Per cinque ore, il flusso di farfalle non si arresta. Arrivano sospinte da una forza invisibile, alcune sbattono persino contro il muro della casa dei vicini, prima di trovare un'altra verticalissima via verso il cielo.

Vanessa cardui si nutre su una salvia in fiore. Foto di Andrea Mangoni.E' la prima volta che assisto ad una simile migrazione. La protagonista indiscussa è lei, la Vanessa del cardo (Vanessa cardui), che nel novero delle migliaia continua a cercare la sua strada verso il settentrione. La Vanessa del cardo, un'elegante farfalla diurna della famiglia dei Ninfalidi, non è certo nuova a simili exploit viaggiatori. Questi straordinari insetti, infatti, possono partire dal continente africano in tarda primavera, per raggiungere l'Europa meridionale e centrale dove finiscono col riprodursi. Le larve si sviluppano a spese del cardo (Carduus sp. e Cirsium sp.) , come del resto rivela il suo nome, ma si "accontentano" anche di ortiche (Urticasp.). La superficie superiore delle ali, con la vivace colorazione arancio - nera, contrasta bellamente con la pagina inferiore quasi madreperlata ed arabescata. Giunta nel suo areale estivo, la Vanessa del cardo da vita a due o tre generazioni, l'ultima delle quali trascorre l'inverno come adulto. Mi moglie mi chiama, esco in terrazza ed ecco che sulla salvia in fiore un piccolo drappello di Vanesse - una decina - si sta rifocillando sulle spighe violette. Decisamente devo smettere di considerare la salvia solo come un'aromatica, ma devo iniziare a vederla come una pianta da inserire comunque nella mia idea di giardino naturale. Nei giorni successivi non ho visto più la migrazione, ma ne sto ancora godendo gli effetti: in tutto il paese è vivo un frullio di ali arancioni attorno ai ligustri e ai cespugli in fiore. E mentre alcune Vanesse, vecchie e stanche, rimangono accasciate morte al suolo, la maggior parte di esse, bellissime e splendenti, danza sulle corolle in attesa di dar vita ad una nuova stirpe di viaggiatori.

Vanessa cardui si nutre su una salvia in fiore. Foto di Andrea Mangoni.

10 commenti:

Mestranger ha detto...

Grazie questa tua bellissima notizia:-)
Ce n'è un bisogno vitale nel nostro Paese:-P

Andrea ha detto...

...già, ce n'è proprio un bisogno vitale! con la progressiva e devastante diminuzione del numero di api ed altri impollinatori, la presenza di migliaia e migliaia di insetti pronubi è come una boccata d'aria fresca per le nostre campagne eper le nostre colture (vogliamo ricordarlo che buona parte delle piante che mangiamo si riproduce grazie ai pronubi? Ma sì, dai, ricordiamolo!). ciao! :-)!

alessandro ha detto...

ora stanno atraversando il friuli sono a milioni è impressionante come siano tante, alcune si riposano sulla starda formando un tappeto di farfalle!

Andrea ha detto...

Sì, è davvero impressionante!! erano davvero tantissimi anni che non vedevo un numero di farfalle anche solo lontanamente paragonabile!

Lalla ha detto...

Che bella notizia!! E tu hai reso molto bene l'emozione che si ha nel vederle..!Grazie! Spero che passino anche dall'Emilia! ♥ Buon lunedi!

Andrea ha detto...

Ciao Lalla, grazie mille!! sì, ti auguro di cuore di vederle dal vivo, è davvero bellissimo! Buon lunedì e buona settimana anche a te!

equipaje ha detto...

Bellissimo post, grazie!
La scorsa settimana ero in un campo a fotografare fiordalisi e anche lì, Vanesse e Vanesse everywhere! (Quale tipo di Vanessa, saprò dire) :)

Andrea ha detto...

Ciao!

Fotografavi Fiordalisi?? selvatici??????
AARRGGHHH!! Che invidia mostruosa!!!
Ma non è che ti riesce di raccogliere qualche seme?? Dalle mie parti non si vedono più da eoni!!

equipaje ha detto...

I fiordalisi, se riesco, a breve, li posto... per i semi sono già appostata (e conosco già il tuo indirizzo!) ;)

Andrea ha detto...

...grazie mille cara!